in memoria di due accademici

Pubblicato Mercoledì, 06 Maggio 2015 22:17
Scritto da administrator

grandeguerra 000

serata in memoria dei due accademici protagonisti della grande guerra

Sabato 9 Maggio alle ore 20.30, nella sede dell'Accademia, una serata in ricordo di Giambattista Pighi ed Egidio Meneghetti, due accademici insigniti delle medaglie d'argento al valor militare per il loro impegno durante il conflitto.

Dai braccianti agli accademici. La guerra non guarda in faccia nessuno. Giorni e notti trascorsi in trincea, il terrore di un attacco improvviso, la nostalgia di casa. Ragazzi poco più che ventenni catapultati all'improvviso in un incubo di fango, freddo e paura. Un'esperienza terribile vissuta in prima persona anche da due accademici veronesi: Giambattista Pighi ed Egidio Meneghetti, decorati di due medaglie d'argento al valor militare per il loro impegno nel corso della Grande Guerra.
E nel centenario del primo conflitto mondiale, l'Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona, in collaborazione con la sezione scaligera dell'Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.), ha organizzato una serata in ricordo dei due illustri studiosi. L'appuntamento è per sabato 9 maggio alle 20.30 nella sede dell'Accademia, Palazzo Erbisti, in via Leoncino 6.  Dopo i saluti del presidente dell'Accademia Claudio Carcereri de Prati e del presidente dell'A.N.A. Luciano Bertagnoli, il professor Gian Paolo Marchi rievocherà le figure dei "colleghi".
"La nostra accademia opera da 250 anni a Verona e ovviamente i membri della stessa sono stati protagonisti di tutte le stagioni storiche che hanno investito la nostra città, dai tempi del dominio veneziano fino ai giorni nostri - commenta il presidente Carcereri de Prati, alpino della Brigata Julia-  L'esperienza della guerra ha segnato profondamente le vite di Pighi e Meneghetti e nostro compito, oggi, è fare memoria: la storia è maestra di vita e non possiamo dimenticare".  Pensiero condiviso anche dal presidente della sezione veronese dell'A.N.A., Luciano Bertagnoli: "Il dovere del ricordo è il nostro principio - spiega- Il dramma di una guerra non può e non deve essere scordato. Perché la guerra riguarda tutti, indistintamente. Al fronte sono finiti braccianti e professori, artigiani e operai, senza distinzioni. Si tratta di un dramma globale che non deve ripetersi".
Nel corso della serata il coro A.N.A. San Zeno, diretto dal maestro Renato Amedeo Buselli, accompagnerà con canti della Prima Guerra Mondiale, la recita di poesie a tema a cura dell'avvocato Bruno Castelletti e del professor Giancarlo Volpato. Il ricevimento d'onore sarà a cura del Gruppo Storico 6° alpini della sezione A.N.A. Verona, con divise ed equipaggiamenti della grande guerra.

 

Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona

Via Leoncino, 6 - Palazzo Erbisti - 37121 VERONA

Tel. +39-045-8003668