Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Verona

venerdì 20 ottobre 2017

Photogallery

gagliardetti ana verona

Sisma Centro Italia - raccolta fondi
Ass. Nazionale Alpini - Sezione di Verona
Pellegrinaggio a Scalorbi - 27 Agosto 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
145° anniversario delle truppe alpine -
8 x 1000 alla solidarietà
1915 - 1918 Centenario della Grande Guerra



 






l'esposizione

esposizione museo 001Il Museo è organizzato con un percorso che immerge il visitatore direttamente a contatto con la storia. Il grande ingresso principale, nella parte inferiore della Baita del gruppo Lugagnano, introduce alle prime esposizioni che riguardano la grande raccolta di oggetti sulla vita quotidiana nell'epoca passata, come ad esempio la vecchia Chiesa, il lavoro dei campi, quella delle prime fabbriche della pasta, la cultura del baco da seta, i mestieri del calzolaio ed infine gli arredi di casa, in un tempo dove mancavano molte modernità, come il riscaldamento o l'acqua corrente mentre per l'illuminazione si usavano candele o lampade, accompagnate dalle prime forme sperimentali di elettricità. esposizione museo 002Passate queste vetrine si apre l'ala più interna con un piccolo reparto di numerose radiotrasmittenti che riguardano la seconda guerra mondiale ancora in parte funzionanti, grazie all'attento lavoro di Giovanni Laorno che le ha raccolte e restaurate con passione.Tra la zona etnografica e quella bellica è allestita una piccola scena di vita quotidiana ai tempi della grande guerra. Un padre con una lettera in mano legge le ultime notizie del figlio dirette a casa dal fronte, la moglie ascolta speranzosa. Tale cornice è il simbolo ideale di congiunzione e fa riflettere sul reparto successivo, che riguarda le due guerre mondiali e la leva obbligatoria. Negli oggetti esposti si può vedere in ordine, tutto quello che caratterizza il campo di battaglia, dagli indumenti personali, agli strumenti di lavoro fino agli armamenti che fanno da rappresentanti dell'esperienza fisica e mentale dell'esercito Italiano e di ogni nazione. Hanno un chiaro riferimento alle sofferenze patite dai nostri uomini lontani e insegnano a capire quello che i nostri “veci” dicono sempre “BASTA GUERRE, PARLATE TRA DI esposizione museo 003VOI”. Infine, grazie all'attenta raccolta di cartoline militari in franchigia, unica collezione conosciuta in Italia, dono del nostro socio alpino Gigi Sala, possiamo addentrarci nella storia dei Battaglioni alpini dal 1911. Attualmente gli Alpini sono impegnati nella beneficenza e nell'emergenza sociale, attraverso diverse iniziative umanitarie e con la protezione civile. Questo viene ampiamente sottolineato nella parte finale del nostro percorso ed è la base dell'ana in questo presente che si lancia verso il futuro.