Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Verona

mercoledì 17 gennaio 2018

Photogallery

gagliardetti ana verona

Sisma Centro Italia - raccolta fondi
Ass. Nazionale Alpini - Sezione di Verona
Pellegrinaggio a Scalorbi - 27 Agosto 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
145° anniversario delle truppe alpine -
8 x 1000 alla solidarietà
1915 - 1918 Centenario della Grande Guerra



 






due alpini morti sul Gran Sasso

onori militari caduti alpini in armi
Cordoglio per i due alpini morti sul Gran Sasso

(fonte: www.ana.it) Il presidente dell’Associazione Sebastiano Favero esprime cordoglio al comandante del 9° Alpini col. Massimo Iacobucci e alle famiglie dei due alpini morti sul Gran Sasso.  In loro ricordo è stato tributato un minuto di silenzio durante l'apertura dei lavori della riunione dei presidenti delle sezioni ANA, svolta il 16 novembre al Palazzo delle Stelline di Milano. Il caporal maggiore Giovanni De Giorgi, 26 anni, originario di Galatina (Lecce) e il caporal maggiore Massimiliano Cassa, 29 anni, di Corato (Bari) erano di stanza a L’Aquila e avevano deciso di trascorrere la giornata di libera uscita, facendo un’escursione sul Corno Grande. L’allarme è scattato il 14 novembre in serata, quando un commilitone, preoccupato per il mancato rientro dei due in servizio, ha trovato la loro auto a Campo Imperatore. I soccorsi sono stati coordinati dalla Prefettura, con il concorso del Soccorso Alpino e Speleologico e della Forestale, e sono stati seguiti passo passo dal comandante del 9°. Solo all’alba è stata individuata la zona della tragedia. I due alpini, sorpresi dalla nebbia e dal maltempo, sono caduti in un dirupo lungo la via normale, nei pressi della Conca degli Invalidi, probabilmente a causa del terreno scivoloso. Complesse le operazioni per il recupero dei corpi. A causa delle condizioni meteo l’elicottero non è riuscito ad avvicinarsi alla zona, raggiunta via terra solo quattro giorni più tardi.