tragedia a Tassignano

Pubblicato Giovedì, 28 Maggio 2015 11:17
Scritto da administrator

85RAVtrincee

Fabio, alpino andato avanti

Il presidente Luciano Bertagnoli ha espresso sentite condoglianze a nome di tutta la sezione ANA verona al comandante del 4° Reggimento alpini paracadutisti il Col. Radizza del grave lutto che ha colpito il suo reparto per la perdita del giovane Fabio Comini. Condoglianze che sono state estese anche alla famiglia per tramite dello stesso Comandante. Sabato in occasione della visita alle trincee di malga Lessinia da parte dei volontari dell'85° RAV di Montorio è stato ricordato il giovane sfortunato mettendo anche a mezz'asta la bandiera in segno di lutto.

(fonte www.ana.it) Tragedia a Tassignano (Lucca): Fabio Comini, 26 anni di Ascoli Piceno, parà in forza al 4° Alpini paracadutisti “Monte Cervino”, è morto in addestramento al Centro della Folgore. Comini si era lanciato con alcuni commilitoni da un aereo e non sarebbe riuscito ad aprire il paracadute.

L’allarme è stato dato da alcuni commilitoni del ragazzo, caduto in un boschetto ai margini dell'area di lancio dell'aeroporto. I parà del “Monte Cervino” avevano effettuato una prima serie di lanci e sarebbero ritornati in quota verso mezzogiorno. Secondo una prima ricostruzione la vela principale del paracadute di Comini non si sarebbe completamente aperta. Ad un’altitudine di 1.300 metri il parà avrebbe staccato la vela principale e cercato di azionare il paracadute di emergenza che purtroppo non si è aperto.