Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Verona

marted 16 gennaio 2018

Photogallery

gagliardetti ana verona

Sisma Centro Italia - raccolta fondi
Ass. Nazionale Alpini - Sezione di Verona
Pellegrinaggio a Scalorbi - 27 Agosto 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
145° anniversario delle truppe alpine -
8 x 1000 alla solidarietà
1915 - 1918 Centenario della Grande Guerra



 






cippo di Don Bepo

Don Bepo monumento oggi

cippo di Don Bepo

Cippo di Don Bepo. Rinnovato il dono degli alpini ai sanmartinesi. Tra i monumenti sparsi sul territorio del nostro Comune, spicca sicuramente il cippo di pietra che dal lontano 1953 si affaccia, con serena espressione, su Piazza del Popolo. Si tratta del cippo posto in onore ed a ricordo di Monsignor Giuseppe Gonzato, ai più noto come Don Bepo, il cappellano degli alpini.Il cippo venne realizzato e posato nel 1953, anno della sua morte, nello stesso luogo dove si trova ora, alla presenza dell’allora Presidente Nazionale Prof. Balestrieri. Il monumento, opera dello scultore Egisto Zago, fu preso in consegna dal Comune ed il Sindaco Prof. Cesare Tumolo, ebbe a dire che ciò era stato fatto perché Don Bepo rimanesse come esempio alla gioventù ed alle future generazioni.Il monumento,  in origine, era diverso da quello a cui siamo abituati (vedasi foto di repertorio), ed è stato più volte oggetto di danneggiamenti anche gravi. Nel ventennale della morte, nel 1973, il Gruppo Alpini di San Martino ha quindi provveduto, sempre in sintonia con l’Amministrazione dell’epoca, alla posa di un nuovo cippo, donando così nuovamente il sorriso pacato del cappellano degli alpini all’intera comunità sanmartinese che, puntualmente, gli rende ogni anno i dovuti onori in occasione della festa del 25 aprile e del 4 novembre.Nonostante qualche sfregio che ha purtroppo continuato a subire negli anni, l’opera è arrivata in buono stato fino ad oggi,  ma certamente il tempo ha lasciato il segno e bisognava intervenire.Illustrata l’iniziativa ai consiglieri ed ottenutone il consenso, il capogruppo Zambelli si è attivato per concordare con l’Amministrazione comunale i termini dell’intervento che non ha riguardato solo la pulizia del monumento ma anche la realizzazione del basamento in pietra (su disegno del socio alpino Giorgio Zusi) e un piccolo impianto di illuminazione.Per l’inaugurazione è stata concordata la data del 2 giugno, festa della Repubblica, e al termine della sfilata, dopo la doverosa benedizione del parroco Don Flavio Miozzi, alla presenza di numerosi alpini, delle autorità militari e dei cittadini di San Martino, il Sindaco ha provveduto al taglio del nastro.“Siamo orgogliosi di questo cippo” dice Zambelli, “era il minimo che potessimo fare per onorare Don Bepo e per ricordare tutti i caduti della Grande Guerra. Questa è solo la prima delle iniziative che il Gruppo ha intrapreso per il centenario della Grande Guerra, ne seguiranno altre. Anche la borsa di studio per gli alunni delle scuole medie prevede per quest’anno un tema sulla guerra di trincea.” Continua Zambelli: “Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per la buona riuscita dell’iniziativa, i miei consiglieri, l’ufficio tecnico comunale e il Sindaco che, nel suo discorso, ha voluto ringraziare gli alpini per il dono che, secondo una bella ed antica tradizione, fanno a tutta la comunità sanmartinese”. Giuliano Zusi