Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Verona

domenica 17 dicembre 2017

Photogallery

gagliardetti ana verona

Sisma Centro Italia - raccolta fondi
Ass. Nazionale Alpini - Sezione di Verona
Pellegrinaggio a Scalorbi - 27 Agosto 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
Giornata in Grigio Verde - Malga Lessinia 10 Settembre 2017
145° anniversario delle truppe alpine -
8 x 1000 alla solidarietà
1915 - 1918 Centenario della Grande Guerra



 






sci alpinismo: il centro sportivo esercito si impone al “trofeo mezzalama”

Trofeo Mezzalama 2013Manfred Reichegger, Matteo Eydallin e Damiano Lenzi in solitaria sul traguardo di Gressoney… Alle 5.00 del giorno 4 Maggio è finalmente andato in scena il tanto atteso Trofeo Mezzalama,

giunto alla sua 19^ Edizione: dopo essere stato rinviato di una settimana, trecento squadre sono partite all'alba di oggi da Cervinia, accompagnati da condizioni meteo ideali che hanno consentito il regolare svolgimento della gara più attesa della stagione. Sin dai primi metri a dettare il ritmo sono state tre squadre: il team La Sportiva - Crazy Idea dei francesi Bon Mardion e Jacquemoud e dello spagnolo Jornet Burgada e le due squadre italiane del Team Camp/Ski Trab (Boscacci, Lanfranchi, Holzknecht) e del Centro Sportivo Esercito 1, quest'ultima composta dal C.le Magg. Ca. Sc. Manfred REICHEGGER, dal C.le Magg. Sc. Matteo EYDALLIN e dal C.le Magg. Damiano LENZI. Proprio i tre alpini sono stati i primi a transitare al cancello orario del Colle del Breithorn, con poco più di 1' di vantaggio sugli altri italiani e quasi 3' sulla squadra franco-spagnola. Da qui in poi, per i tre atleti del Centro Sportivo Esercito, è stata una cavalcata in solitaria: superato il Castore, il vantaggio al secondo cancello orario del rifugio Quintino Sella era aumentato a 3' su Boscacci, Lanfranchi e Holzknecht, mentre Bon Mardion, Jacquemoud e Jornet Burgada transitavano a poco meno di 5'. Affrontato anche il Naso del Lyskamm, REICHEGGER, EYDALLIN e LENZI hanno poi intrapreso la lunga discesa finale in totale controllo, tagliando il traguardo di Gressoney in solitaria, con il tempo di 4h16'37''. In 2^ piazza e con 1' di ritardo è poi giunta la squadra di Bon Mardion, Jacquemoud e Jornet Burgada, abili a superare il Team Camp/Ski Trab, 3° a 11'50''. Da sottolineare anche la buona prova del C.le Magg. Sc. Denis TRENTO, del C.le Robert e del C.le Magg. Sc. Daniel ANTONIOLI, giunti settimi a 21'55'' dai compagni, e dei due fondisti C.le Magg. Ca. Fabio PASINI e C.le Magg. Sc. Daniel YEUILLA, che con Pietro Broggini hanno concluso in 14^ piazza. Se la gara al maschile vedeva più squadre contendersi la vittoria, la prova in rosa sembrava già destinata alle fuoriclasse Laetitia Roux, Mireia Mirò, in quadra con il 1° C.le Magg. Gloriana PELLISSIER. Dopo aver condotto in testa il Ventina, proprio un problema fisico della PELLISSIER impediva però al team di continuare la cavalcata verso Gressoney, cedendo così la vittoria al team La Sportiva di Besseghini, Rossi e Nicolini. La vittoria di REICHEGGER, EYDALLIN e LENZI ha un grande valore agonistico, considerato che il Team La Sportiva - Crazy Idea schierava i migliori due atleti della classifica di Coppa del Mondo, William Bon Mardion e Mathéo Jacquemoud, oltre a Kilian Jornet Burgada che in questa gara è sempre stato competitivo. L'esperienza di REICHEGGER e la tenacia di EYDALLIN e LENZI hanno permesso però alla squadra degli alpini di conquistare una grande vittoria in una competizione affascinante e complicata per le alte quote affrontate dagli atleti. Il successo odierno rappresenta inoltre il settimo sigillo degli alpini nella storia del Mezzalama, dopo le storiche vittorie del 1935-1936-1937 e, più recentemente, degli anni 1971-1973 e 2009. (foto http://www.mountainblog.it)