Pellegrinaggio Passo Fittanze

Dopo l'esodo di massa all'ultima Adunata Nazionale di Trento, le Penne Nere scaligere sono pronte a sfilare nuovamente al fianco degli amici della sezione trentina per il pellegrinaggio al monumento di Passo Fittanze. 

Il passo è sempre quello: deciso e costante, spinto dall'entusiasmo che nasce ogni giorno dai valori di solidarietà portati avanti con impegno e soddisfazioni. Domenica scorsa erano a centinaia sull'Ortigara per rendere omaggio alle tante Penne Nere che hanno perso la vita nella tragica battaglia di cento anni fa. E, a distanza esatta di una settimana, gli alpini veronesi sono pronti di nuovo a salire in vetta per «fare memoria». L'occasione è quella del tradizionale pellegrinaggio a Passo Fittanze, in Lessinia. Ma questa volta l'appuntamento avrà un valore decisamente particolare perché, come ricorda il presidente sezionale Bertagnoli, «si pone come l'ideale continuazione di quel cammino di amicizia e solidarietà iniziato a Trento in occasione dell'ultima Adunata». Là dove gli alpini veronesi hanno risposto davvero in massa alla chiamata, sfilando in circa 4mila al fianco di decine di sindaci arrivati da tutta la provincia. Il pellegrinaggio a Passo Fittanze, organizzato insieme alla sezione trentina dell'Ana, metterà di nuovo fianco a fianco queste due sezioni che, da sole, rappresentano un qualcosa come 50mila soci iscritti. «La nostra è un'amicizia di vecchia data, fondata sul nostro essere alpini - prosegue il presidente Bertagnoli -. A Trento, a maggio, abbiamo davvero respirato quell'energia che muove oggi i nostri passi». Un entusiasmo che ricarica immediatamente le energie in vista degli innumerevoli appuntamenti in programma. Perché la sezione chiama e gli alpini rispondono. Senza defezioni, come certificato dal raduno Triveneto di Vittorio Veneto e dagli ultimi pellegrinaggi di Costabella, sul Baldo, e dell'Ortigara. «I nostri alpini sono encomiabili - ammette Bertagnoli -. Abbiamo chiesto tanto, sia in termini di presenze che di impegno, ma la risposta è sempre stata pronta ed entusiasta». E domenica, saliranno di nuovo in massa fino a Passo Fittanze, con i 200 gagliardetti in rappresentanza di tutti i gruppi della sezione Ana Verona. L'appuntamento è alle 9.30 per l'alzabandiera e l'ammassamento. Mezz'ora più tardi la sfilata fino al monumento dedicato agli alpini e ai caduti di tutte le guerre, accompagnati dalla banda cittadina di Grezzana, la Fanfara Alpina di Ala (della sezione di Trento) e il coro Ana «Coste Bianche» di Negrar. Poi, alle 11, il vescovo Giuseppe Zenti e il cappellano sezionale don Rino Massella, celebreranno la messa. È prevista la diretta televisiva di Telepace.

Condividi Articolo

Etichettato sotto

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini