Sotto il sole, a picco, per una giornata intera e la notte a seguire per preparare i  5.000 «mattoni» con cui costruire il «muro» capace di ...

Ritorno nella terra delle Aquile Sabato 22 giugno 2019 il gruppo legato alla missione in Albania per la ristrutturazione del ponte sul fiume Kiri ...

Il sacrario militare di Verona, all’interno del cimitero monumentale, apre le porte alla città. Ogni secondo fine settimana del mese, a partire da ...

L’improvvisa scomparsa di Pompeo Scalorbi aveva lasciato l’intera Sezione di Verona in uno stato di completa costernazione. La guerra in corso, con ...

In Evidenza

16/11/2019 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
Anche quest’anno si rinnova l’impegno dell’Associazione Nazionale Alpini con la Fondazione Banco Alimentare Onlus che organizza, l’ultimo sabato di novembre, la Giornata Nazionale della Colletta ...
15/11/2019 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
CENTENARIO SEZIONE ALPINI DI VERONA (16- 17- 18 ottobre 2020) Concorso per la medaglia e il manifesto L’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Verona organizza, per i festeggiamenti del proprio ...
24/09/2019 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
Il Tempio Ossario per i Caduti della Grande Guerra apre le porte alla città: il sacrario militare, che ospita le spoglie di circa 4000 caduti del primo conflitto mondiale, sarà visitabile ogni ...

Domenica 24 Novembre 2019 4° camminata con gli Alpini a Pacengo organizzata dagli alpini di Pacengo, Colà e Lazise. 8 km con 4 tappe ristoro: - Azienda Agricola Gatto; - Baita Alpini Colà; - Cantina Bergamini; . Cantina Meneghello. ...

Progetto sperimentale con l’approvazione del ministero - Scuola-lavoro Verona prima in protezione civile

Studenti del liceo Copernico e dell’istituto Einaudi hanno concluso un’esperienza pilota con il coinvolgimento delle sezioni Ana della provincia

I commenti dei ragazzi : «Siamo stati stregati dal Gruppo cinofilo»

(Fonte: L’Arena) Un’esperienza unica attorno a un mondo completamente sconosciuto ma anche una possibile opportunità per il futuro: così i ragazzi che l’hanno vissuta raccontano la loro alternanza alternativa. «L’ho scelta perché davvero unica. Ed è stato molto utile, sullo scenario di un incendio boschivo, capire come agire e come funzionano lance e pompe», dice Edoardo. Il sì a questa proposta Chiara l’ha detto dopo aver sperimentato personalmente il disagio e l’impotenza davanti al malore di una compagna di scuola: «Parlai di quella brutta Sensazione di impotenza con un professore che mi ha suggerito questa esperienza: ho detto subito sì , sia per accrescere il mio bagaglio che per imparare cosa fare in caso di emergenza. Mi sono detta che un’opportunità così non sarebbe più ricapitata e la promuovo a pieni voti, soprattutto per tutto quello che ho scoperto sul ruolo preziosissimo dei cani nel sistema di Protezione Civile e le conoscenze che in tema di Antincendio potranno essere utili anche nella vita di tutti i giorni». Dal Gruppo cinofilo è stata stregata anche Natasha che ha aderito alla proposta attirata dalla novità della stessa: «Non sapevo che cosa aspettarmi ma sentivo un grande interesse per questa attività operativa». Di «esperienza fuori dal comune ma anche proiettata al futuro» parla invece Denisa facendo sintesi della motivazione della vigilia e della prospettiva attuale. «Questa esperienza mi ha fatto riflettere molto sul mio futuro e valutare seriamente la possibilità che proprio nelle professioni legate alla sicurezza, alla protezione della popolazione e all’emergenza possa esserci il mio futuro campo lavorativo». Anche nel suo caso è stata la ricerca di persone l’esperienza che l’ha coinvolta di più. A Giovanni è piaciuto molto anche l’antincendio boschivo «e la possibilità di partecipare attivamente nel fronteggiare l’emergenza. Ho aderito a questo progetto perché di Protezione civile non si parla moltissimo e ho ritenuto imperdibile un’esperienza che in tutte le sue articolazioni si è rivelata molto interessante». Paola Dalli Cani

1^ CORSA PODISTICA ALPINA

Memorial “Ivo Squaranti”

Il gruppo alpini di Grezzana, con il patrocinio del Comune di Grezzana e la collaborazione della Pro Loco di Grezzana, organizza la 1° gara podistica alpina il 1 SETTEMBRE 2019 con il seguente programma:

Ore 7: ritrovo in Piazza R. Gozzi a Grezzana e iscrizioni

Ore 8.30: cerimonia di apertura con alzabandiera

Ore 9: partenza della gara da piazza C. Ederle

Ore 11: premiazioni degli alpini in gara e a seguire rancio alpino.

Il sacrario militare di Verona, all’interno del cimitero monumentale, apre le porte alla città. Ogni secondo fine settimana del mese, a partire da oggi, il sabato e la domenica dalle 9 alle 18 (le 17 in inverno), il monumento che custodisce le spoglie di 3.915 caduti della Grande Guerra sarà visitabile a chiunque voglia riscoprire questo luogo di memoria e conoscere la storia e le storie legate alla vita e alla morte di migliaia di giovani soldati, non solo veronesi.

L’apertura è resa possibile grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra il Commissariato generale per le onoranze ai caduti e l’ANA nazionale.

“Questo nuovo impegno ci riempie di orgoglio. Il sacrario militare di Verona è un luogo che merita di essere riscoperto. Dagli studenti e dalle scolaresche che studiano questo periodo storico ma non solo. Il nostro obiettivo è far conoscere a tutti il sacrificio dei nostri soldati e commemorarli. Dopo tanti anni, finalmente, iniziamo con l’apertura continuativa del sito: per ora è fissata a due giorni al mese ma a seconda delle richieste valuteremo come e quando implementare l’offerta”, spiega il presidente dell’ANA Verona Luciano Bertagnoli presentando l’iniziativa.

“Ministero della Difesa e Commissariato generale per le onoranze ai caduti, Comune e partecipate, Associazione nazionale alpini  hanno operato in sinergia per valorizzare questo luogo sacro e i nostri caduti, per fare memoria e tenere aperto un monumento che altrimenti sarebbe accessibile solo a seguito di specifiche richieste”, plaude il tenente colonnello  Giuseppe Margoni del Commissariato generale per le onoranze ai caduti. Luoghi di raccoglimento e commemorazione, i cimiteri e sacrari militari in Italia sono circa 1.400, complessivamente 1.700 in tutto il mondo. E si tratta di spazi che ancora oggi, a distanza di decenni, ancora accolgono nuove spoglie che riemergono dai terreni di battaglia. Da inizio anno, solo sull’altopiano di Asiago, a fronte di lavori o anche di semplici escursioni, la terra ha restituito i resti di sei soldati della Grande Guerra. “È nostro compito prenderli in carico, fare rientrare le salme che ancora emergono all’estero, in Russia ma non solo. E dare loro degna sepoltura con gli onori militari”, spiega Margoni.

Gli alpini volontari dell’ANA Verona si alterneranno al Sacrario Militare anche per custodirlo e curarne la manutenzione ordinaria e saranno presenti con materiale informativo durante l'apertura. Il centro studi dell’ANA Verona, presieduto da Giorgio Sartori, è da anni in prima linea nella riscoperta dell’immenso patrimonio storico e umano che il sito rappresenta. Grazie a queste ricerche, “oggi di quei nomi e cognomi incisi sulle lapidi conosciamo anche paternità, luogo e data di nascita, reparto di appartenenza, luogo e data di morte di quei soldati. Il censimento ha certificato come la prima causa di morte non sia stata la battaglia in sé, quanto le epidemie dovute a condizioni di vita estreme. L'87% delle circa 4mila vittime ricordate al Sacrario Militare, sono infatti decedute a causa di malattie nei vari ospedali e ospedaletti da campo allestiti tra città e provincia”, ricorda Sartori.

Galleria immagini

View the embedded image gallery online at:
https://www.anaverona.it/itemlist?start=144#sigProIdd914c969ea

Il Gruppo Alpini di Bussolengo organizza la 49a Edizione della “Corsa Campestre Alpina” denominata “Coppa Città di Bussolengo” e “Trofeo Gruppo Alpini Bussolengo” patrocinata dal Gruppo Sportivo Alpini.

La gara è individuale ed è riservata ad Alpini iscritti alle Sezioni A.N.A. in regola con il tesseramento 2019 ed Amici degli Alpini.

 

  •  I partecipanti alla gara Alpini saranno suddivisi nelle seguenti categorie:

                1a cat. - Nati nel 1969 e successivi -    percorso lungo

                2a cat. - Nati dal 1959 al 1968 -            percorso lungo

                3a cat. - Nati dal 1949 al 1958 -            percorso corto

                4a cat. - Nati dal 1948 e precedenti -    percorso corto

 

  •  I partecipanti alla gara Amici e Simpatizzanti disputeranno la corsa con categoria UNICA con percorso lungo.
  •  Le partecipanti alla gara femminile disputeranno la corsa con categoria UNICA con percorso corto.

 

I percorsi saranno: quello lungo di km 11,600 e il corto di km 7,000.

 

La partenza alle ore 8.30 sarà data in linea per tutte le categorie da via S. Maria (di fronte alla Sede Alpini).

 

Le iscrizioni:

  •  per i gruppi: entro le ore 16 del 28/09/2019 inviando una e-mail a bussolengo.verona @ ana.it
  •  per tutti: entro le ore 16 del 28/09/2019 direttamente presso la sede Alpini Bussolengo - 348 0025525 - 348 7435858

Pagina 9 di 9

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini