Sotto il sole, a picco, per una giornata intera e la notte a seguire per preparare i  5.000 «mattoni» con cui costruire il «muro» capace di ...

Serata culturale presso la sede del gruppo alpini di Lugagnao Giovediì 19 Settembre ore 20.30 Via Caduti del Lavoro, 4 Il Gen. Maurizio Lazzaro ...

Il sacrario militare di Verona, all’interno del cimitero monumentale, apre le porte alla città. Ogni secondo fine settimana del mese, a partire da ...

(Fonte: L'Arena.it) "Il Milite non più ignoto": vincono gli alunni di Erbezzo Hanno raccontato nei pochi minuti del video «In memoria di..» la ...

In Evidenza

15/09/2019 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
CENTENARIO SEZIONE ALPINI DI VERONA (16- 17- 18 ottobre 2020) Concorso per la medaglia e il manifesto L’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Verona organizza, per i festeggiamenti del proprio ...

(Fonte: L'Arena.it) "Il Milite non più ignoto": vincono gli alunni di Erbezzo

Hanno raccontato nei pochi minuti del video «In memoria di..» la vita degli alpini nella grande guerra e nel gioco delle trasposizioni fra la storia e l’attualità, sono entrati a pieno titolo da protagonisti i piccoli alunni della scuola primaria di Erbezzo, vincendo i 500 euro messi in palio dal concorso nazionale «Il milite non più ignoto», promosso dall’Associazione nazionale alpini in collaborazione con il ministero della difesa.

Nella cerimonia di consegna, svoltasi nel teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova, oltre ai sindaci Lucio Campedelli e Claudio Melotti, c’erano il presidente di Ana Verona Luciano Bertagnoli, il vicario nazionale Alfonsino Ercole e i dirigenti scolastici di Bosco Chiesanuova Alessio Perpolli e dell’Istituto Cangrande Sara Agostini, perché anche gli studenti della scuola superiore hanno mostrato il video del lavoro di rilievo delle trincee della Lessinia condotto sotto la guida del professore Aldo Romanelli e dell’ideatore del loro recupero Flavio Melotti. I canti del coro La Sengia della Lessinia di Stallavena e la presenza del gruppo storico del battaglione Verona con il gagliardetto della sezione hanno dato solennità all’evento.

L’insegnante Barbara Massella, a nome di tutti i colleghi, si è detta emozionata ed orgogliosa del lavoro svolto insieme ai bambini, un viaggio alla ricerca della memoria, partito da un questionario che gli alunni hanno affidato a genitori e nonni e che ha portato allo scoperto informazioni, lettere, oggetti, sui quali è stato facile costruire una storia su tematiche anche impegnative, in una continua trasposizione fra il presente e il passato, in cui i giovanissimi studenti sono diventati artefici in prima persona della cultura della memoria. V.Z.

https://www.larena.it/territori/lessinia/erbezzo/il-milite-non-pi%C3%B9-ignoto-vincono-gli-alunni-di-erbezzo-1.7339933

http://video.larena.it/video-server/media/video/175401.mp4

 

 

Dopo le forti grandinate della notte scorsa che ha visto impegnati alcuni volontari della nostra protezione civile, la situazione questa mattina era ancora critica nella zona del Lago di Garda.

Oltre ai problemi dovuti ad allagamenti in più punti della zona, si sono registrati anche interventi a causa della caduta di alberi, che ha visto i nostri volontari impegnati fino a tarda sera.

foto: PC ANA Squadra Basso Lago
foto: PC ANA Squadra Mincio

47^ edizione campionato sezionale ANA di tiro a segno con pistola standard

La Sezione di Tiro a Segno Nazionale di Verona, con la collaborazione dei Gruppi ANA di Avesa e San Giovanni Lupatoto, organizza nei giorni di sabato 18 e domenica 19 Maggio la 47^ edizione del Campionato Sezionale di tiro a segno con pistola standard calibro 22. Dedicheremo la gara alla memoria del Maresciallo Alpino Giuseppe De Chirico recentemente “andato avanti”.

“1° Trofeo Maresciallo Giuseppe De Chirico”

Regolamento

Partecipazione: La gara avrà carattere promozionale e vi possono partecipare tutti gli Alpini ed Aggregati ANA in regola con il tesseramento 2019, nonché gli iscritti ad una Sezione di Tiro a Segno Nazionale della

Provincia di Verona e zone limitrofe divisi in categorie di appartenenza.

Categorie: ANA Maestri – 1^ classe – 2^ classe – Veterani – Maestri Veterani – Aggregati – Signore e Allievi  Open. Chi spara con un arma propria sarà inserito nelle classifiche Maestri – Maestri Veterani e Open

gli altri spareranno con le pistole messe a disposizione del TSN di Verona. Per stabilire le classi si farà riferimento a gare disputate negli anni scorsi.

Svolgimento: Si spareranno 5 colpi di prova su di un bersaglio posto alla distanza di 25 metri. Seguiranno altri due bersagli di gara dove si spareranno 10 colpi ciascuno – sempre in serie di cinque colpi nel tempo

massimo di 150 secondi. Posizione in piedi e si spara con una sola mano. Sarà possibile sparare con due mani solo nelle categorie ANA Veterani, 2^ classe e Signore/Allievi.

Classifiche: Come da regolamento UITS. Eventuali reclami dovranno essere presentati entro 30 minuti

dall’esposizione dei risultati e accompagnati da una tassa di 25 Euro, saranno resi solo in caso di avvenuto accoglimento del reclamo.

Armi e colpi: Saranno messe a disposizione dal TSN di Verona pistole standard di buona qualità con caratteristiche simili e con 25 colpi calibro 22 lr. per ogni prestazione di tiro.

Quota di iscrizione: E’ stata fissata in euro 15 per tutte le categorie escluso la mista Signore/Allievi che pagheranno 10 euro. Eventuali rientri 10 euro ma solo se il tempo a disposizione lo permette e comunque

in classifica sarà valida solo la prima gara. E’ possibile sparare nella propria categoria e nella categoria Open entrando così nelle due classifiche. Le iscrizioni si riceveranno direttamente al poligono.

E’ importante sapere quali saranno i Gruppi ANA che parteciperanno.

Premiazioni: Al temine della gara di domenica alle circa 12,30 / 13. Premi individuali per le otto categorie.

Verranno premiati i Gruppi ANA, con almeno 3 tiratori Alpini, con coppe o targhe.

Per incentivare la partecipazione a questa gara, che ha dato grandi soddisfazioni alla Sezione di Verona

nelle gare nazionali, il “1° Trofeo Maresciallo Giuseppe De Chirico” verrà consegnato al gruppo che porterà più concorrenti sulle linee di tiro.

Il gruppo alpini di Lugagnano organizza la serata culturale presso la propria sede in Via Caduti del Lavoro, 4 a Lugagnano

Giovedì 16 Maggio 2019 Ore 20.45 in Baita

PRIGIONIERI: ULTIMI FRA LE VITTIME - Il campo delle Beccarie del 1918

Relatore: MASSIMO GASPARATO - Storico

con l'assistenza di GIOVANNI ZANDONÀ

Al termine della serata il gruppo alpini offrirà un gustoso piatto a tutti i presenti

INFO: 045 984396

www.analugagnanovr.it email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sezione di Verona - Gruppo alpini di Lugagnano

Associazione Museo Storico "Baita Monte Baldo"

Il bacco da Seta

Con il patrocinio del Comune di Sona

scarica la locandina

36° raduno alpini della Valpolicella e 90° di fondazione del gruppo alpini Sant’Ambrogio - Domegliara

Sabato 4 Maggio al Quartiere fiera 

Ore 21.00 inizio rassegna corale con la presenza del coro ANA “Coste Bianche” e del coro “Monti Lessini”.

A seguire verrà servito il minestrone Alpino.

Terremoto simulato a scuola. Anche i cani cercano i bimbi

La Protezione civile degli Alpini alla prova di evacuazione. Presenti i quattro zampe Impiegati durante i soccorsi.

Quattrozampe formidabili: la protezione civile degli Alpini tra le sue fila ha anche gli psicologi a quattro zampe. Sono Scot, Fibra e Sky, i tre componenti del Nucleo pet teraphy

della Protezione civile dell'Ana che ieri gli eventi collaterali all'adunata di zona degli Alpini hanno portato al polo scolastico di Montecchia di Crosara. Il paese, vestito a festa con bandiere, pon pon tricolori e invaso dalle penne nere, oggi vivrà la giornata clou dell'adunata della Zona Val d'Alpone che si estende su 10 Comuni e conta ben 20 gruppi.

L'appuntamento più imponente è quello delle 10.20 quando le strade saranno invase dalla sfilata delle penne nere dell'Est veronese e la chiusura sarà affidata al carosello della fanfara dei congedati della Brigata Cadore. La giornata di vigilia, però, è stata per gran parte riservata ai piccoli: tutta la mattina, per gli alunni delle scuole dell'obbligo del paese, è stata in compagnia delle penne nere per la prova di evacuazione della scuola che è stata anche l'occasione per scoprire buona parte dei protagonisti della macchina del soccorso. Tra loro c'erano Scot (labrador chocolate) condotto da Francesca assieme a Sky (golden doodle) e il bassethound Fibra condotti entrambi da Ada: sono tre dei componenti del secondo Nucleo pet therapy-Ana attivato in Italia a gennaio per «interventi assistiti ». Entrano in campo, con i loro conduttori, quando un post emergenza richiede un lavoro di rilassamento delle persone coinvolte e ieri hanno stregato i bambini. Più sprintose le performance degli otto componenti del Nucleo cinofilo da soccorso dell'Ana di Verona: sono i cani operativi e in formazione usati per la ricerca di superficie. A scuola, ieri, sono stati utilizzati anche per cercare i bambini che, nell'emergenza simulata, risultavano scomparsi. Protagonisti Wendy al fianco di Marco, Batu con Tommaso, Natalie con Carlo, Beacon Rosy, Artu con Enrico, Adara con Eros, Clover con Angelo e Max con Marco. Che si sia trattato di una festa è impossibile negarlo ma alla fine tanto i ragazzi quanto i loro insegnanti sono stati promossi dai professionisti dell'emergenza dopo la prova di evacuazione ripetuta due volte: a guardarli, correggerli e intervenire simulando micro scenari dentro lo scenario generale di un terremoto simulato, sono stati i 28 volontari della Squadra Ana «Valdalpone» di Protezione civile intervenuta con due mezzi, sette vigili del fuoco arrivati con due mezzi dal distaccamento di Caldiero (due dei quali fuori servizio più un ottavo pompiere in sala operativa), dieci volontari del Comitato Est veronese della Croce rossa italiana intervenuti con due mezzi. Promossi, dunque, i piccoli. «Esperienza bella, ma soprattutto formativa», il commento che Franco Casotto, capogruppo dell'Ana di Montecchia, ha condiviso sia coi bambini che con i protagonisti di questa mobilitazione.•  Paola Dalli Cani

Fonte: l'Arena

Foto:Nucleo Pet Therapy Cinofili ANA Verona

https://www.facebook.com/Nucleo-Pet-Therapy-Cinofili-ANA-Verona-364758054101221/?tn-str=k*F

 

A Milano una mostra dedicata al Capitano Gennaro Sora, l’alpino-eroe della spedizione di Nobile al Polo Nord
Nell’ambito degli appuntamenti di Aspettando la 92 a Adunata, il 16 aprile al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia del capoluogo lombardo apre i battenti una mostra fotografica dedicata alle gesta del Capitano Gennaro Sora in occasione della celebre impresa del Generale Nobile del 1928, finita in tragedia. Gli scatti sono dello stesso Sora.Tutto partì dal dirigibile Italia. Ma non ci sarebbe stato un ritorno senza le gesta di un eroico Alpino. Era il 1928 e per il Generale Umberto Nobile –grande esploratore, oltre che ingegnere e accademico, dell’epoca- era la seconda spedizione al Polo Nord, a carattere scientifico. All’impresa parteciparono, come supporto un gruppo di Alpini al comando del Capitano Gennaro Sora, scelto per la sua capacità di domare i ghiacciai e per la straordinaria resistenza fisica. Per quell’avventura che, come raccontano le cronache, finì in tragedia, partirono proprio da Milano, il 15 aprile 1928. Oggi, esattamente a 91 anni dall’impresa, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano ospita una mostra fotografica a cura del Museo Nazionale Storico degli Alpini sulla figura eroica dell’Ufficiale Sora, che si distinse negli interventi di salvataggio in seguito allo schianto - il 25 maggio - del dirigibile sul pack, a causa di una violenta tempesta. Nel voler rintracciare i dispersi, il Capitano fu incredibilmente tenace. Gli scatti proposti a Milano sono opera dello stesso Sora, che con l’obiettivo immortalò i momenti della spedizione di salvataggio e i ben 400 km di marcia sulla banchisa polare. A impreziosire la mostra “Il Generale Nobile e il Capitano Sora al Polo Nord”, aperta dal 16 aprile fino al 25 maggio (a ricalcare le date salienti della spedizione), e a rendere omaggio alla figura del Capitano Sora sarà esposta anche un’opera a tema dell’artista Franz Baruffaldi Preis. La visita alla mostra è inclusa nel biglietto d’ingresso al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci (accesso da via San Vittore, 21). Per informazioni e orari di apertura: www.museoscienza.org. “Siamo particolarmente felici –sottolinea il Generale Renato Genovese, presidente del COA-Comitato Organizzatore Adunata- di portare un pezzo della nostra storia non a tutti conosciuto proprio nella città da cui il dirigibile, e tutto, partì. L’impresa del Capitano Sora incarna lo spirito degli Alpini, sempre pronti quando c’è bisogno e determinati fino allo stremo”. Ufficio stampa Adunata Nazionale ANA 2019

Giornata di tiro promozionale

Sezione di Verona - GRUPPO SPORTIVO ALPINI

1 Giornata di tiro promozionale carabina e pistola ad aria compressa.  La Commissione allo sport della Sezione A.N.A. di Verona, in collaborazione con il TSN di Verona, organizza un evento sportivo promozionale aperto a tutti i tesserati A.N.A., presso il TSN sito in Via Magellano, 15/A, Verona.

Sabato 01 giugno - dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00

Regolamento

PARTECIPAZIONE: possono partecipare i soci ANA. (Alpini e Amici degli Alpini) in regola con il

tesseramento per il 2019 - sono ammesse anche le signore, gli allievi e i ragazzi/e a partire dai 10 anni.

MOLTO IMPORTANTE: i minori devono essere accompagnati, espressamente, da uno dei due genitori,

all'atto di iscrizione si dovrà presentare il modulo "Atto di assenso", debitamente compilato da entrambi i

genitori e accompagnato dalla fotocopia del loro documento di identità, pena l’esclusione dell'atleta dalla gara.

QUOTE: per i soci A.N.A. e gli Open il contributo è di 5 € per singola gara; per le signore la quota è di 2,50 €

per singola gara; per i ragazzi e gli allievi, per entrambe le specialità, la partecipazione è GRATIS.

ISCRIZIONI: direttamente sulle linee di tiro.

ARMI E MUNIZIONI: messe a disposizione dal poligono di Verona; potranno essere usate anche armi e

munizioni personali purché regolamentari UITS.

BERSAGLI: regolamentari UITS per C10 e P10, 10 bersagli di gara + 1 di prova.

COLPI: 20 di gara + 5 di prova.

TEMPO: 15 minuti complessivi (comprendenti anche il tempo di prova).

POSIZIONE: regolamentare in piedi (senza giacca), i bambini (dai 10 ai 12 anni) spareranno utilizzando gli

appositi appoggi messi a disposizione dal poligono.

CATEGORIE: 3 categorie per le due specialità come di seguito indicato:

  1. 1. Alpini soci A.N.A., senza distinzione di età (categoria Alpini);
  2. 2. Signore, allievi e ragazzi (categoria Signore/Allievi);
  3. 3. Amici soci A.N.A. e simpatizzanti non soci A.N.A. (categoria Amici).

CLASSIFICHE: individuale per categoria e per specialità e classifica dei Gruppi A.N.A., saranno considerati i

tre migliori punteggi, nelle due specialità, anche se conseguiti dallo stesso tiratore, purché Alpino.

PREMIAZIONI: si svolgeranno alla fine della gara, riconoscimenti ai primi tre classificati di ogni categoria e

specialità; coppa ai Gruppi partecipanti con almeno tre tiratori Alpini, per ogni specialità (carabina e pistola).

Il GSA organizzatore e la Sezione di Tiro a segno di Verona declinano ogni responsabilità per ogni eventuale

danno a persone o cose prima, durante o dopo la gara, e si riservano la facoltà di apportare al presente

programma tutte le variazioni che si rendessero necessarie; per tutto quanto non espressamente indicato si farà

riferimento al regolamento UITS vigente.

Il responsabile del GSA Marco Rambaldel

IMPORTANTE: gli Alpini sono invitati a presentarsi con il cappello Alpino

Spostamento dell' evento sportivo: "Trofeo Memorial Caduti Alpini Badia Calavena".

Comunichiamo lo spostamento dell'evento in oggetto, la corsa in montagna non si effettuerà più il 19 maggio ma bensì il 15 settembre 2019.

Seguiranno ulteriori comunicazioni in corrispondenza dell'evento segnalato.

GSA ANA Verona

CAMPUS GIOVANI – Anch’io sono la Protezione Civile - Minerbe dal 29 Luglio al 3 Agosto 2019

In collaborazione con l’Unione dei Comuni dall’Adige al Fratta, Associazione Nazionale Alpini Sezione di Verona, Gruppi Alpini Zona Basso Veronese

PREMESSA

Preparato o no, le emergenze avvengono. Ma se sei informato sai come affrontarle. Conoscere i rischi a cui è soggetta la zona in cui vivi, lavori o soggiorni aiuta a prevenire ed affrontare meglio le situazioni di emergenza. Ecco perché è importante informare, formare, sapersi organizzare, saper chiedere aiuto. Il ruolo di ognuno e l’impegno del singolo fanno parte del complesso e articolato mondo della protezione civile dove il fine ultimo, che è la missione di tutti, è quello di salvaguardare la vita, l’ambiente e il territorio da eventi di origine naturale o provocati dall’uomo.

PROGETTO DI FORMAZIONE PER DIFFONDERE LA CULTURA DI PROTEZIONE CIVILE

scarica la locandina

scarica il modulo per l'iscrizione

TRA LE NUOVE GENERAZIONI

I ragazzi che decidono di vivere questa esperienza compiono un vero e proprio “viaggio” all’interno del mondo della protezione civile, scoprendo quanto l’impegno del singolo sia indispensabile al funzionamento dell’intero Sistema. Durante il soggiorno i ragazzi si trovano anche a condividere idee e procedure e imparano a sentirsi parte attiva di una squadra, per un percorso di crescita.

Con l’introduzione nel programma dei “dopocena con gli alpini” si desidera rivolgere ai ragazzi riflessioni di educazione civica e trasmissione dei valori alpini

DESTINATARI:  Giovani tra i 14 e i 17 anni residenti nel Comuni di Minerbe, Boschi S.Anna, Bevilacqua, Bonavigo, Minerbe.

ASSOCIAZIONI COINVOLTE:         Protezione Civile ANA Sezione di Verona, Gruppo Alpini Zona Basso Veronese

I Comuni  rivestiranno un ruolo centrale nello svolgimento del campus. E’ compito primario divulgare tra i giovani la conoscenza dei piani comunali di emergenza, primo e necessario strumento per affrontare con consapevolezza i rischi presenti sul proprio territorio.

AREA E FRABBRICATI INTERESSATI: Il campo base verrà allestito presso l’area del Palaminerbe con coinvolgimento anche dell’area e del fabbricato sede del Gruppo Alpini di Minerbe con le seguenti destinazioni:

          Palaminerbe: Dormitorio e sede delle lezioni teoriche

          Sede ANA MINERBE :  Mensa e sede di lezioni teoriche nei casi in cui si rendesse necessario .

 Per le lezioni pratiche  si utilizzeranno le sedi delle Squadre Ana dislocate nel territorio della Provincia.

Lo spostamento dei ragazzi avverrà esclusivamente con automezzi della squadra Basso Veronese.

                

FINALITA’ E OBIETTIVI

  • Stimolare tra i giovani il senso di responsabilità e di cittadinanza attiva attraverso le buone pratiche di Protezione Civile.
  • Saper operare in sicurezza, secondo una logica di prevenzione da osservare anche nelle semplici attività svolte durante la giornata
  • Conoscere e condividere il concetto di rischio e calamità.
  • Riflettere sull’importanza di essere preparati ad affrontare le situazioni di pericolo o emergenza.
  • Creare interesse nei giovani nei confronti del volontariato di protezione civile
  • Conoscere le attività svolte dai volontari di Protezione Civile ANA  e le dinamiche operative delle Istituzioni facenti parte del Sistema integrato di protezione civile
  • Gli incontri, le uscite e le esercitazioni offriranno ai ragazzi un esempio per impegnare il tempo libero basato sui valori dello “stare insieme” attraverso la condivisione dell’importanza di “fare squadra”.

METODOLOGIA E STRUMENTI:

  • Articolazione delle attività in squadre . Suddivisione dei partecipanti in squadre operative tendenzialmente di 8 unità, ognuna contraddistinta da un Caposquadra. Ogni squadra è seguita da uno e due volontari di Protezione Civile che svolgeranno le funzioni di tutor.
  • Le lezioni teoriche consistono in lezioni tradizionali frontali tenute da esperti appartenenti all’Unità di protezione Civile Ana – Sezione di Verona presso il Campo base. Le lezioni operative, invece, vengono svolte tramite modalità alternative come ad esempio simulazioni di emergenza, esercitazioni pratiche, gruppi di discussione su situazioni simulate.
  • Verifiche di gruppo.  Alla fine di ogni giornata sono previste delle verifiche per compiere un’analisi delle attività, delle modalità con cui si sono svolte e dei risultati ottenuti.

Bozza di programma giornaliero

                Lunedi 29 Luglio

Ore 16.00 : Arrivo partecipanti  e accreditamento presso segreteria del Campus

                 Veloce sistemazione nella zona dormitorio

Ore 17.30   Alzabandiera

Ore 17.45   Incontro e presentazione programma campus

Ore 18.15   Lezione teorica : Che cos’è la protezione Civile?

Ore 19.00   Ammainabandiera                                               

Ore 19.30   Cena

Ore 20.30   Lezione di sicurezza

Martedi 30 Luglio

Ore 07.00  Sveglia e colazione

Ore 8.00    Alzabandiera

Ore 8.15    Allestimento Campo base

Ore 12.30  Pranzo

Ore 14.30  Lezione teorica :  Terra , acqua e fuoco elementi di vita ma anche fattori di rischio. I vari scenari di rischio. Piano Comunale di protezione civile

Ore 18.00  Breve Breefing di fine giornata … a seguire tempo libero

Ore 19.00  Ammainabandiera

ORE 19.30  Cena

ORE 20.30  Dopocena con gli alpini  ( Un alpino ,un cuore .. testimonianze di solidarietà alpina )

                 Mercoledi  31 Luglio

Ore 7.00   Sveglia e colazione

Ore 8.00   Alzabandiera

Ore 8.15   Partenza per Casello idraulico Angiari

Ore 9.00   Attività teoriche e pratiche legate al rischio idrogeologico

Ore 12.30  Pausa pranzo

Ore 14.30  Prosecuzione delle attività

Ore 18.00  Rientro al Campo base e tempo libero

Ore 19.00  Ammainabandiera

Ore 19.30  Cena

Ore 20.30  Dopocena con gli alpini….. “ Dai che zughemo come na olta”

                 Giovedi 1 Agosto

Ore 7.00   Sveglia e colazione

Ore 8.00   Alzabandiera

Ore 8.15   Partenza per Legnago con visita e incontro nelle caserme dei Carabinieri, dei Vigili del fuoco e dell’esercito.

Ore 12.30  Pausa pranzo

Compatibilmente con l’orario di rientro al campo base nel pomeriggio si svolgerà una lezione di Primo soccorso con intervento della Squadra Sanitaria ANA Sezione di Verona

Ore 19.00 Ammainabandiera

Ore 19.30 Cena

Ore 20.30  Dopocena con gli alpini   ( I valori alpini)

Venerdi 2 Agosto

Ore 7.00   Sveglia e colazione

Ore 8.00   Alzabandiera

Ore 8.15   Partenza per Monteforte d’Alpone dove si terrà lezione teorico pratica con le squadre Antincendio Boschivo.

Nel  pomeriggio rientro al campo base

Ore 19.00 Ammainabandiera

Ore 19.30 Cena

Ore 20.30  Dopocena con gli alpini  

Sabato 3 Agosto

Ore 7.00   Sveglia e colazione

Ore 8.00   Alzabandiera

Ore 8.15   Breefing di fine campo

Ore 9.30   Accoglienza genitori

Ore 10.00 Protezione civile in famiglia . Lezioni di Protezione Civile gestite dai ragazzi.

Ore 12.30  Pranzo comunitario con la partecipazione di autorità e rappresentanti dell’Ana Sezione di Verona. Consegna attestati di partecipazione.

Ore 15.00  Ammainabandiera e arrivederci all’anno prossimo.

Questa è solamente una bozza di progetto. Tutti i particolari non espressi nel presente documento saranno concordati e pianificati in documento successivo redatto dopo incontri preliminari con tutte le Associazioni coinvolte nella realizzazione del Campus.

               

Domenica 14 Aprile alle ore 9.00 il gruppo alpini di Tregnago, organizza la XVI° corsa campestre Trofeo Alpini Trgegnago.

Il ritrovo è previsto alle ore 7.30 presso la baita alpini di Tregnago in vicolo Cipolla , 16.

scarica la locandina

Pubblichiamo i contributi pubblici ricevuti nel corso dell'anno 2018 per le nostre squadre di protezione civile e dei gruppi alpini ANA Verona.

Contributo ricevuti nell’anno 2018 (legge 124/2017)

Contributo ricevuti nell’anno 2018 (legge 124/2017) - Gruppo alpini Grezzana

 

Gara di pesca alla trota - trofeo “fortunato campara”

 

Gara individuale aperta a tutti - max. 68 singoli

La gara avrà luogo il giorno 07 Aprile 2019 presso il “Laghetto AL MAGLIO” di San Martino B.A.

ORARIO DELLA MANIFESTAZIONE

Raduno ore 07.00, sorteggio ore 07.30, inizio gara ore 08.00. La gara si svolgerà in 8 turni:

1° TURNO 10 minuti 5° TURNO 10 minuti

2° TURNO 15 minuti 6° TURNO 15 minuti

3° TURNO 15 minuti 7° TURNO 15 minuti

4° TURNO 15 minuti 8° TURNO 15 minuti

Per ogni singolo concorrente verranno immessi Kg. 2,5 di trote suddivise in due lanci. Il primo lancio

verrà effettuato prima della gara, il secondo lancio durante la pausa per la colazione offerta dal

gruppo alpini.

REGOLAMENTO

Esche consentite: vermi di terra e d’acqua, larve del miele, tebo, caimani, tarme della farina, uova

di salmone e polistirolo.

E’ vietato l’uso di: bigattino, esche metalliche, artificiali, pasta, aola viva o morta, sardella e la

pasturazione. Le esche vietate non potranno essere portate sul campo di gara, pena la squalifica.

I concorrenti possono avere più canne aperte, armate e innescate. Le trote al segnale di fine turno

devono essere fuori dall’acqua per essere considerate valide. La classifica verrà effettuata in base

alla somma del peso + n° di catture (1 punto a grammo + 1000 punti al pesce). Del pesce catturato

è valida solo la trota. La gara si effettuerà con qualsiasi condizione atmosferica. Il Gruppo Alpini di

San Martino B.A. e il laghetto AL MAGLIO declinano ogni responsabilità in merito a danni a cose e a

persone, prima, durante e dopo la manifestazione.

ISCRIZIONI

Le iscrizioni accompagnate da € 20,00 per concorrente dovranno pervenire entro il 05 Aprile 2019

presso la sede del Gruppo Alpini di San Martino B.A. nei giorni di domenica (mattino) o direttamente

al Sig. PASETTO GIANCARLO (tel. 045 992534 – 340 9316350) o al Sig. ZAMBELLI RENATO (tel. 329

8838919).

PREMI

Sono previsti premi di natura enogastronomica per i primi 15 pescatori classificati.

Al PRIMO Gruppo classificato sarà assegnato il Trofeo “Fortunato Campara”, i successivi

gruppi classificati dalla seconda alla decima posizione saranno premiati con coppe.

Ai fini della classifica per la conquista del trofeo “Fortunato Campara” sarà valido il pesce pescato

dai primi 5 migliori pescatori (alpini e non) di ogni gruppo.

Gli eventuali reclami per essere considerati validi dovranno essere manifestati al giudice di gara entro

e non oltre 15 minuti dall’esposizione delle classifiche ed accompagnati dalla somma di € 20,00

(restituibili solo in caso di accoglimento del reclamo).

GARA EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 27 – 28 APRILE 2019 -  5° TROFEO MEMORIAL Cap. f. (alp) MAVM Manuel FIORITO

Il Poligono di Tiro a Segno di Verona con il patrocinio della Sezione U.N.U.C.I. di Verona e la Sezione ANA di Verona organizza presso la sua struttura, in via Magellano n°15/ A, la gara Ex-Ordinanza di tiro ridotto a 50 mt.  5° TROFEO “ MEMORIAL Cap. f. (alp.) MAVM Manuel FIORITO ”

La Gara si svolgerà nelle giornate di sabato 27/04 dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle17.00 e domenica 28/04 dalle 09.00 alle 12.00 nello stand di tiro con carabina nelle modalità di seguito riportate.

  1. 1. Tiratori ammessi

Alla Gara ex ordinanza di Tiro Ridotto a metri 50 sono ammessi soci tesserati UITS, regolarmente iscritti ad una sezione del Tiro a Segno Nazionale, iscritti ANA in regola con il tesseramento 2017, iscritti U.N.U.C.I. e Ufficiali, Sottufficiali e militari in servizio delle FFAA.

  1. 2. Armi ammesse alla Gara

Armi ex Ordinanza a ripetizione manuale provviste di Mire Metalliche. Appartengono a questa specialità i fucili ex ordinanza nei calibri 7.62 x 54R, 308, 30-06, 303 British, a ripetizione manuale provvisti di mire metalliche, nella configurazione base, compreso calibro e mire metalliche, che siano stati adottati da un Esercito regolare nazionale fino al 1955 compreso, regolarmente bancati e punzonati. Non sono ammesse repliche, centenari e armi non conformi al modello base. Sono vietate canne riduttrici o quant'altro diverso da bossoli riduttori.

  1. 3. Munizioni

Il munizionamento previsto è in cal. 32 S&W L WC con livello energetico inferiore od uguale a 20 kgm.

  1. 4. Gare e rientri

Ai tiratori partecipanti sono concessi una gara e, a discrezione della Sezione ospitante, uno o più rientri, in base alla disponibilità di tempo e linee. Iscrizione gara 12 Euro - Rientro 7 Euro. NEL COSTO SONO ESCLUSE LE MUNIZIONI.

  1. 5. Posizione di tiro

La posizione di tiro permessa è quella seduta, con l'appoggio anteriore fornito dalla Sezione . E' assolutamente vietato l'appoggio della pala del calcio al banco di tiro o su qualsiasi altro supporto. Non sono consentite imbottiture o gomitiere in aggiunta al normale abbigliamento stagionale.

  1. 6. Categorie

Come da regolamento Trofeo ex ordinanza di tiro ridotto a 50 mt 2019

  1. 7. Numero colpi

I colpi consentiti per ogni sessione sono 12 (dodici) Saranno conteggiati i migliori dieci (10), ottenuti nella stessa sessione. Non sono consentiti colpi di prova oltre i 12 (dodici) previsti.

  1. 8. Tempo

La durata della gara è di quindici (15) minuti.

  1. 9. Iscrizioni

Le iscrizioni saranno effettuate direttamente in poligono il giorno della gara Per iscrizioni anticipate contattare la segreteria del TSN di Verona.

  1. 10. Bersagli

Bersaglio ex ordinanza sniper con quattro visuali (classe “A”)

Bersaglio di PL internazionale classe “B”.

  1. 11. Classifica

Sarà ritenuta valida per la classifica la migliore sessione di tiro fra quelle effettuate.

  1. 12. Premiazioni

Al termine della gara del 27/05 h.12.00

Il Trofeo Fiorito verra’ assegnato al primo classificato della Categoria “A” ed al primo classificato

della Categoria “B”

PER QUANTO NON SPECIFICATO FARA' FEDE IL REGOLAMENTO 2019 TROFEO EX ORDINANZA DI TIRO RIDOTTO A METRI 50 SCARICABILE SUL SITO: http://www.tsn-verona.it/

Il Gruppo Alpini di Chievo in collaborazione con la Sezione T.S.N. di Verona, sotto l’egida del GSA di Verona, organizza il 51° Campionato Sezionale Alpini di carabina standard cal.22 (gara promozionale a prova unica)  nei giorni 13 e 14 aprile 2019.

Quote di iscrizione:

  • alpini e amici € 15,00
  • signore € 5,00
  • allievi gratuita
  • Tiratori gruppi non iscritti GSA € 20,00

le iscrizioni dovranno pervenire telefonicamente a giardini graziano al n° 045-7702470 o via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

molto importante: vista la grande disponibilità di turni si prega possibilmente di dividere i tiratori nei vari turni. Contando come sempre su un corretto comportamento in stile alpino e su una buona partecipazione cordialmente salutiamo. leggi il regolamento in allegato

Presso il Poligono di Tiro a Segno della Sezione di Verona, domenica 17 marzo 2019, si è conclusa la gara di tiro a segno, organizzata dal Gruppo ANA di Avesa e voluta per ricordare la figura del S.Ten. degli Alpini Bruno Brusco, medaglia d’oro al valore conquistata nella battaglia di Cheren (Eritrea) il 18 marzo 1941. Il nipote, ing. Gian Emilio Belloni, ha voluto, così, riportare alla memoria la figura dell’eroico zio prematuramente scomparso. Questa gara sta di fatto conquistando fama ed è diventata almeno regionale, infatti sono oramai un bel po’ i tiratori che provengono dalle Sezioni ANA di Padova e del vicentino, e si sono particolarmente concentrati nella categoria Open, dove hanno la possibilità di sparare con fucili e colpi personali. Ricordo che a questa gara si spara in particolare con i fucili ex ordinanza Mosin Nagant 91 russi messi a disposizione dal TSN di Verona, ma nella categoria Open è possibile usare anche altri fucili, sempre ex ordinanza, purché con carica ridotta. Alle premiazioni era presente il presidente del TSN di Verona gen. alpino Riccardo Sartor che, oltre tutto, ha ribadito la totale disponibilità del Poligono agli Alpini e ci ha invitati a promuovere anche altre gare in specialità o soluzioni diverse come, ad esempio, la combinata pistola/carabina oppure anche una nuova specialità che vede assieme tiro con carabina e corsa a piedi, quindi, coraggio a quei Gruppi che hanno voglia di organizzare una simpatica manifestazione alpina presso il Poligono di Verona. Il Capogruppo di Avesa Albino Zampieri ha ringraziato i tiratori per aver reso possibile questa bella e numerosa gara e il Tiro a Segno per la sua disponibilità. A rappresentare la Sezione ANA di Verona ci ha pensato il delegato Giampietro
Ciocchetta che ha portato i saluti del Presidente della Sezione ANA di Verona Luciano Bertagnoli. Alla gara hanno partecipato 145 tiratori e nella categoria Open ci sono stati anche trenta rientri che portano a 175 le prestazioni di tiro. Da parte mia voglio vivamente ringraziare quanti hanno dato una preziosa mano all’organizzazione e svolgimento della gara, che per fortuna sono in molti, e su tutti (per non dimenticare nessuno) ringrazio Amalia Prisco, che commuove, per la sua enorme disponibilità.

Premiazioni; Alpini 1^ classe: 1° Recchia Luigi, 2° Forante Ezio, 3° De Guidi
Paolo tutti e tre di S. G. Lupatoto, 4° Brunelli Luciano Avesa, 5° Castellani Andrea SGL. Alpini 2^
classe: 1° Zecchinelli Alfonso Pescantina, 2° Brunelli Marco Chievo, 3° Nicolis Giuseppe Avesa, 4°
Calvi Piergiorgio Marano, 5° Fasoli Marco Basson. Amici ANA: 1° Furi Stefano Caprino, 2° Gherman
Alì Golosine, 3° Rigatelli Giorgio Golosine, 4° Bonetti Pietro Nogara, 5° Vanzo Enrico Avesa. Open:
1° Bellini Andrea Tregnago, 2° Rigo Giorgio Bassano del Grappa, 3° Peroni Adriano B. Venezia, 4°
Bovo Paolo Verona, 5° Tecchio Giampaolo Sovizzo. Gruppi: 1° San Giovanni Lupatoto, 2° Avesa, 3°
Badia Calavena, 4° Marano, 5° Pescantina, 6° Q. Indipendenza, 7° Bussolengo, 8° S. Pietro di
Legnago, 9° Palù, 10° Verona Centro, 11° Chievo, 12° Grezzana, 13° Brendola, 14° Calmasino, 15° B.
Milano e a seguire Tregnago, Vicenza, Negrar, Golosine, Basson, Sovizzo, Nogara, Parona, Caldiero,
Lubiara e Lugagnano. Brunelli Luciano

Gruppo sportivo alpini di Castelvero – sez. di Verona organizza il giorno 28 aprile 2019 la gara di corsa in montagna giunta alla 28° edizione.

Gara libera a tutti di km 9 - 6 - 3,5 circa

regolamento e programma:

- il ritrovo di tutti i partecipanti alla manifestazione è fissato alle ore 8.00 a castelvero nella piazza della chiesa.

- partenza alle ore 9.00

- chiusura manifestazione ore 11.00

- percorso di km 9 - 6 o 3,5 circa, misto collinare panoramico

- ristori n. 2 lungo il percorso

- controlli a sorpresa lungo il percorso

premiazioni

verranno premiate tutte le categorie maschili e femminili, le quali verranno rese note alla partenza assieme al percorso e al

regolamento.

ai gruppi più numerosi verranno assegnati riconoscimenti particolari.

il 1° trofeo “gruppo alpini Castelvero” verrà assegnato al gruppo ANA con i tre migliori tempi (somma).

a tutti i partecipanti verrà consegnato un premio individuale.

Iscrizioni

le iscrizioni singole verranno accettate fino a un’ora dalla partenza che avrà luogo con qualsiasi tempo.

per informazioni: capogruppo Filipozzi Raffaele – tel.: 340-1173839, alpino Maccadanza Giovanni – tel.: 349-5554125

quota d’iscrizione € 5,00

La manifestazione è coperta da assicurazione. gli organizzatori pur avendo cura della buona riuscita della corsa, declinano ogni responsabilità per danni a cose o persone che potessero verificarsi prima, durante o dopo la manifestazione. l’adesione viene considerata di dichiarazione idoneità fisica.

La Grande Guerra in lessinia

La Grande Guerra in Lessinia - storia e ripristino delle trincee a cura di Flavio Melotti e Gianmarco Lazzarin.

Il gruppo alpini di Lugagnano organizza una serata culturale Giovedì 21 Marzo alle ore 20.45 presso la propria sede : Baita alpini via Caduti del Lavoro,4.

leggi la locandina

Pagina 2 di 8

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini