Progetto sperimentale con l’approvazione del ministero - Scuola-lavoro Verona prima in protezione civile Studenti del liceo Copernico e ...

Sabato 3 Novembre presso la baita degli alpini di Colognola ai Colli, a chiusura delle commemorazioni per il centenario dalla fine della Grande ...

Dopo cento anni, qualcuno può portare un fiore sulle loro tombe. I parenti non sapevano dove fossero sepolti i bisnonni e i prozii caduti sul fronte ...

Una statua che parla. E che racconta la storia e il dramma di un intero paese. Una comunità che ha visto i suoi giovani partire per il fronte e non ...

Gruppo alpini “Cristo Risorto” Bussolengo organizza il 23° campionato sezionale di carabina e pistola ad aria compressa poligono di verona 24 - 25 novembre 2018 Trofeo “Gruppo Alpini Cristo Risorto” con cadenza triennale, anche non consecutiva, ...

In Evidenza

30/10/2018 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
Gli Alpini chiedono il ripristino della festività del 4 Novembre „ Gli Alpini chiedono il ripristino della festività del 4 Novembre 4 novembre 1918 - 4 novembre 2018 Il Presidente ...
29/10/2018 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
Progetto sperimentale con l’approvazione del ministero Studenti del liceo Copernico e dell’istituto Einaudi hanno concluso un’esperienza pilota con Il coinvolgimento delle sezioni Ana della ...
28/10/2018 TEMPLATE_THE_FIRST_TO_COMMENT
Sabato 24 e domenica 25 novembre Cerea (Verona) ospiterà il 5º raduno nazionale dei cori delle brigate alpine in congedo e della Smalp (Area Exp di via Oberdan, ingresso libero).  Sabato 24 ...

I° TROFEO alla memoria dei soci alpini del gruppo di badia andati avanti. Gara libera a tutti – di km 9 km 5 e km 2,5 circa per cat.giovani

Domenica 27 Maggio 2018

         partenza dalla baita alpina – ore  9,00

         premi:  per tutti i partecipanti: premio ricordo della manifestazione

verranno premiati i primi 3 di ogni categoria.

Il trofeo ana (triennale non consecutivo) verrà assegnato al gruppo che avrà totalizzato il miglior punteggio (sec tab. t3-300) dei soli tesserati ana alpini e aggregati in regola con il tesseramento 2017 (all’atto dell’iscrizione verrà richiesta la tessera) chi non è in regola non potrà competere per l’assegnazione del trofeo. Prima della partenza verra’ fatto lo spunto di ogni concorrente. Scarica locandina e regolamento.  (foto: Daghe GAS)

Il gruppo alpini di Illasi e il Comune di Illasi organizzano per il 90° anno di fondazione la presentazione del documentario "D-Day lo sbarco in Normandia, noi Italiani c'eravamo" di Mauro Vittorio Quattrina. Sarà presente il regista.

Venerdì 27 Aprile alle ore 20.30 presso il giardino musicale di Illasi.

https://d-daynoiitalianiceravamo.jimdo.com/

 

Il Poligono di Tiro a Segno di Verona con il patrocinio della Sezione U.N.U.C.I. di Verona e la Sezione ANA di Verona organizza presso la sua struttura, in via Magellano n°15/ A, la gara Ex-Ordinanza di tiro ridotto a 50 mt. nei giorni 26 e 27 Maggio 2018.

4° trofeo memorial cap. f. (alp) MAVM Manuel Fiorito

la gara si svolgerà nelle giornate di sabato 26/05 dalle 09.00 alle 16.00 e domenica 27/05 dalle 09.00 alle 12.00 nello stand di tiro con carabina nelle modalità di seguito riportate. scarica la locandina

  1. 1. tiratori ammessi

alla gara ex ordinanza di tiro ridotto a metri 50 sono ammessi soci tesserati uits, regolarmente iscritti ad una sezione del

tiro a segno nazionale, iscritti ana in regola con il tesseramento 2017, iscritti u.n.u.c.i. e ufficiali, sottufficiali e militari

in servizio delleffaa.

  1. 2. armi ammesse allagara

armi ex ordinanza a ripetizione manuale provviste di mire metalliche. appartengono a questa specialità i fucili ex ordinanza

nei calibri 7.62 x 54r, 308, 30-06, 303 british, a ripetizione manuale provvisti di mire metalliche, nella configurazione base,

compreso calibro e mire metalliche, che siano stati adottati da un esercito regolare nazionale fino al 1955 compreso,

regolarmente bancati e punzonati. non sono ammesse repliche, centenari e armi non conformi al modello base. sono vietate

canne riduttrici o quant'altro diverso da bossoliriduttori.

  1. 3. munizioni

il munizionamento previsto è in cal. 32 s&w l wc o 7,65 browning.

  1. 4. gare e rientri

ai tiratori partecipanti sono concessi una gara e, a discrezione della sezione ospitante, uno o più rientri, in base alla

disponibilità di tempo e linee. iscrizione gara 15 euro - rientro 7 euro.

  1. 5. posizione di tiro

la posizione di tiro permessa è quella seduta, con l'appoggio anteriore fornito dalla sezione . e' assolutamente vietato

l'appoggio della pala del calcio al banco di tiro o su qualsiasi altro supporto. non sono consentite imbottiture o gomitiere in

aggiunta al normale abbigliamento stagionale.

  1. 6. categorie

come da regolamento trofeo ex ordinanza di tiro ridotto a 50 mt 2018

coloro che si iscrivono come alpini verranno inseriti in una classifica separata

valida per il trofeo fiorito

  1. 7. numero colpi

i colpi consentiti per ogni sessione sono 12 (dodici) saranno conteggiati i migliori dieci (10), ottenuti nella stessa sessione.

non sono consentiti colpi di prova oltre i 12 (dodici) previsti.

  1. 8. tempo

la durata della gara è di quindici (15) minuti.

  1. 9. iscrizioni

le iscrizioni saranno effettuate direttamente in poligono il giorno della gara

per iscrizioni anticipate contattare la segreteria deltsn diverona.

  1. 10. bersagli

bersaglio ex ordinanza sniper con quattro visuali(classe “a”)

bersaglio diplinternazionale classe “b” e “c”.

  1. 11. classifica

sarà ritenuta valida per la classifica la migliore sessione di tiro fra quelle effettuate.

  1. 12. premiazioni

al termine della gara del 27/05 h.12.00

per quanto non specificato fara' fede il regolamento 2018 trofeo ex ordinanza di tiro ridotto a metri 50 scaricabile

SUL SITO: http://www.tsn-verona.it/

2^ alpiniadi estive 2018

Si svolgeranno dal 7 al 10 Giugno 2018 le gare delle alpiniadi estive 2018 organizzate dalla Sezione  ANA "Monte Grappa". scarica la locandina ed il programma

35° Adunata di zona dei Gruppi Alpini della Valpolicella -  66° di Fondazione del Gruppo Alpini di Fane

scarica la locandina con il programma

PROGRAMMA

Dal 15 al 20 Maggio

Mostra fotografica della Grande Guerra, allestita presso la baita alpini di Fane, in collaborazione con l’Alpino Cecchini Riccardo del gruppo alpini Sant’Ambrogio – Domegliara

Sabato 19 Maggio ore 17.00

Staffetta Alpina per il centenario della fine della Grande guerra

Sabato 19 Maggio ore 20.30

Spettacolo: “ LA GRANDE GUERRA”, racconti di trincea narrati da William Jean Bertozzo, Nica Picciariello e Marco Conti, in collaborazione con il coro Coste Bianche, coro parrocchiale di Negrar e banda comunale di Negrar.

Domenica 20 Maggio

ADUNATA ALPINI VALPOLICELLA

ore 9.30: Ammassamento nella parte bassa del Paese;

ore 10.00: sfilata per le vie del paese

ore 10.30: onori alla bandiera e ai caduti

ore 10.45: saluti della autorità

ore 11.00: Santa Messa con Don Bruno Fasani

ore 12.30: Rancio alpino sotto il tendone

Per contatti e prenotazioni pasti:  Gianfranco Dalle Pezze 3480683072 –

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

49° campionato sezionale di tiro al piattello

34°  Trofeo Memorial ‘’Ugo Quattrina’’ 9-10 Giugno 2018

6° Trofeo Memorial ‘’Domenico Rizzi’’

presso il campo di tiro a volo a.s.d. r.a.v. sporting club Zevio(VR)

Sabato 9 Giugno inizio Ore 14:00 - Domenica 10 Giugno inizio Ore 8:00 

scarica la locandina ed il regolamento

50° campionato sezionale di tiro a segno carabina standard cal.22

4° trofeo “Coltri Alberto” triennale

19 – 20 maggio 2018

Il Gruppo Alpini di Chievo in collaborazione con la Sezione T.S.N. di Verona, sotto l’egida del GSA di Verona,

organizza il 50° Campionato Sezionale Alpini di carabina standard cal.22 (gara promozionale a prova unica)

Scarica la locandina ed il programma

CORO ANA "la preara" a Trento 2018

Trento 11 -12 -13 maggio 2018: in occasione dell’annuale adunata nazionale degli Alpini, che quest’anno si terrà nella città di Trento, il nostro coro, sarà in concerto Venerdì 11/05 a Madrano (TN) ed un secondo concerto Sabato 12/05 nella chiesa di Sant’Antonio in Trento città.

Coro ANA "Montegaleto"

Sorto nel 1967 su iniziativa di un gruppetto di amici e con un repertorio limitato a canti popolari e tipici degli alpini, si è oggi sviluppato e affinato comprendendo anche canti del folklore e a carattere sacro e natalizio. Ha partecipato in passato a concorsi nazionali (Lecco, Adria, Cesano Maderno, Laives). Oggi privilegia incontri e scambi con altri cori a diversa tipologia in Italia (varie città del Veneto, Friuli, Trentino, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Sardegna, Sicilia) e all'estero: Lugano (presso la R.S.I.-Radio Svizzera Italiana); Francia (Bourg-en-Bresse, Poitiers, Brumath); Ungheria (Tatabanya, Zalazsentgrot); Germania (Nieder-Olm); Repubblica Slovacca (Parlamento di Bratislava, Partizánske, Bozno); Slovenia (Isola Slovena); Spagna (Benicarló). Gemellaggi con Tatabanya, Bourg-en-Bresse, Poitiers, Brumath (Strasburgo), Troyes, Nieder-Olm, Partizánske, Benicarló (Spagna), Tratalias (Sardegna), Agrigento. Molti gli interventi in manifestazioni a carattere civile, sociale, religioso, artistico, culturale o benefico (anziani, ammalati, svantaggiati).

https://www.facebook.com/montegaleto/

Sede
Via Martiri delle Foibe, 30
37012 Bussolengo (VR)
Recapito postale
Pinali Angelo
Via Polda, 15
37012 Bussolengo (VR)
Sede prove
c/o Scuola Primaria "Beni Montresor"
Via Martiri delle Foibe, 30
37012 Bussolengo (VR)
Email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1° trofeo batt. alpini Uork Amba

Gara di tiro a segno con fucili ex ordinanza a carica ridotta organizzata dal Gruppo Alpini di Avesa presso il poligono di Verona il 17 e 18 marzo 2018. Un doveroso grazie lo dobbiamo senza ombra di dubbio all’ing. GianEmilio Belloni che, appassionato di tiro a segno, ha voluto ricordare con questo “Trofeo” la figura di una delle più belle medaglie d’oro che brillano sul Vessillo, e a onore, della Sezione Alpini di Verona. Il riferimento è alla M.O. del S.Ten. Bruno Brusco che si guadagnò la perenne memoria nella battaglia di Cheren il 18 marzo 1941 in Eritrea. Un grazie di cuore lo dobbiamo a Lucia Aldegheri, tiratrice del gruppo ANA di Tregnago, che ci ha fatto incontrare la figlia di B. Brusco, Maria Grazia (Mimma).  Commovente è stato l’incontro tra l’ex presidente della nostra Sezione Attilio Bonetti, che ben conosceva la storia di questa tragica battaglia, con i parenti dell’eroe. Alle premiazioni, oltre che il presidente del TSN di Verona Gen. Alpino Riccardo Sartor, che con generosità ha messo a disposizione il poligono, abbiamo avuto il piacere di avere con noi la figlia di Bruno Brusco, signora Mimma; che ha avuto parole grate per quanto stiamo facendo per ricordare la figura del suo caro e compianto papà. All’ing. Belloni il compito di ricordare gli eventi che portarono a questa tragica conclusione, compito portato a termine con brillante e sicura parola. Ancora grazie all’ing. Belloni per avere offerto e messo in palio delle bellissime medaglie d’argento, riprodotte con calchi fedeli della medaglia originale d’epoca. Ha rappresentato la Sezione ANA di Verona il delegato allo sport Giampietro Ciocchetta che assieme al capogruppo di Avesa Albino Zampieri e Luciano Brunelli hanno dato vita alle premiazioni dei numerosi - 175 - concorrenti:

  • Categoria Alpini maestri - 1° Ferrais Renato Negrar, 2° Tecchio Giampaolo Sovizzo, 3° De Beni Adriano S. Ambrogio;
  • Categoria Alpini - 1° Zamboni Giorgio S. G. Lupatoto, 2° Garonzi Ezio Avesa, 3° Pavan Lorenzo Avesa;
  • Categoria Amici ANA - 1° Marcolongo Simone S.G. Lupatoto, 2° Mortari Alberto Bardolino, 3° Marchi Nadio S. G. Lupatoto;
  • Categoria Open – 1° Tecchio Giampaolo Sovizzo, 2° Schiavon Mirco Avesa, 3° Costermani Roberto S. G. Lupatoto.
  • Gruppi: – 1° S. G. Lupatoto, 2° Avesa, 3° S. Ambrogio, 4° Calmasino, 5° Marano, 6° Pescantina, 7° Padova, 8° Basson, 9° Sovizzo, 10° Golosine, 11° Parona, 12° Badia Calavena, 13° Peschiera, 14° Verona Centro, 15° Q. Indipendenza.

Un doveroso grazie a quanti hanno partecipato a questa gara e nel contempo ricordare e rendere omaggio ad un Eroe: M. O. V. M. - S. Ten. Bruno Brusco di Verona. Arrivederci alla prossima.

Ore 8.00 - Ammassamento presso Piazzale della Stazione

Ore 9.00 - Inizio sfilata lungo il Corso Arnaldo Fraccaroli accompagnati dalla Banda musicale di Perzacco

Ore 9.30 - Alzabandiera e Onore ai Caduti, deposizione delle corone davanti ai Monumenti, brevi orazioni ufficiali

Ore 10.00 - Santa Messa al Campo
Ore 11.00 - Apertura mostra di pittura con soggetti Alpini degli artisti Luca Barolo e Parisato Paolo
Ore 12.30 - Pranzo alpino presso la tensostruttura del cortile parrocchiale
(è gradita la prenotazione)


Ore 20.30 - Presentazione del libro a ricordo del 50° anniversario di fondazione del Gruppo Alpini di Villa Bartolomea e 100° anno dalla fine della Grande Guerra 1915-18. Presso il Teatro Sociale. A seguire, concerto del Coro Alpino di San Maurizio di Vigasio

SABATO 02 GIUGNO

ore 11:00 Apertura stand gastronomico presso la tensostruttura con aperitivo Alpino e intrattenimento musicale per tutto il pomeriggio

ore 19:00 Apertura stand gastronomico

ore 20:30 Rassegna corale presso la Chiesa Parrocchiale di San Bortolo.

Parteciperanno: coro A.N.A. “EL BIRON” di San Giovanni Ilarione - Coro “PICCOLE DOLOMITI” d’Illasi

DOMENICA 03 GIUGNO

ore 9:30 Ammassamento presso il “Camino degli Alpini” in prossimità del paese

ore 10:00 Partenza sfilata accompagnata dalla banda “LA PRIMULA” di Cogollo

ore 10:15 Alzabandiera e onore ai caduti presso il monumento

ore 10:30 Santa Messa celebrata dal nostro cappellano sezionale Don Rino Massella

e animata dal Coro di San Bortolo

ore 11:30 Ripresa della sfilata e inaugurazione della Sede Alpini, seguirà lo sparo

dei trombini e interventi delle autorità presenti

ore 12.30 Rancio Alpino presso la tensostruttura allestita per l’occasione

Il gruppo alpini di Lugagnano organizza la serata culturale con la presentazione del documentario del regista e storico Mauro Vittorio Quattrina: "D-Day Lo Sbarco in Normandia, noi Italiani c'eravamo", Mercoledì 6 Giugno ore 20.45 presso la sede del gruppo alpini in Via Caduti del Lavoro,4 a Lugagnano.

Giornata con il gruppo “Primavera”

in Novembre si è tenuto il tradizionale appuntamento con il gruppo “Primavera“, ormai punto fermo del nostro calendario associativo e siamo orgogliosi di aver ospitato nella nostra baita un’associazione che considero una della più importanti della nostra comunità. Per noi alpini è stato un momento di riflessione, di verifica, ma aggiungo anche un dovere rimanere vicini ai nostri amici e a tutti i volontari facendo loro trascorrere un pomeriggio diverso, dove i ragazzi diventano i primi attori. Sicuramente per noi alpini è un valore aggiunto che consente una maggiore partecipazione alle attività sociali del gruppo. Un caloroso ringraziamento mi sento di rivolgerlo al presidente Stefano Zanoni e a tutti i volontari del gruppo Primavera che occupano le loro ore libere al sostegno di queste persone, compito difficile ma direi anche professionale, capaci di unirsi per affrontare un problema comune. Alla festa ha partecipato anche Don Pietro e alcune suore; numerose le testimonianze, come lettere e disegni dei ragazzi verso il nostro mondo alpino, alcune di queste molto forti anche dal punto di vista emotivo, la giornata si è conclusa con alcune cante alpine cantate assieme e nello spirito che anima la nostra associazione. Grazie Stefano e a tutti i volontari con un arrivederci a novembre. scarica il notiziario

RADUNO DEL TRIVENETO

Il raduno alpino del 3° Raggruppamento Ana del Triveneto si terrà il 15, 16 e 17 giugno 2018 a Vittorio Veneto, in occasione del centenario della fine della Grande Guerra. Decine di migliaia di penne nere si incontreranno nella Città della Vittoria per scrivere un’altra pagina importante di storia.

https://vittoriotriveneto2018.it/

4^ Edizione “Trofeo Memorial Capitano Alpino M.A.V.M. Manuel Fiorito”.

Domenica 27 maggio 2018 si è conclusa la quarta edizione del Trofeo dedicato al capitano degli alpini Manuel Fiorito perito in Afghanistan a causa di un attentato terroristico in cui perse la vita anche il maresciallo Luca Polsinelli. Il 5 maggio 2006 in un vile attentato ha perso la vita il nostro concittadino, noi del tiro a segno, ma in particolare il nostro presidente, generale alpino Riccardo Sartor, vogliamo mantenere in vita il suo ricordo organizzando, ormai da quattro anni, questo trofeo. Assieme a noi condividono questo evento la Sezione U.N.U.C.I. e la Sezione A.N.A. di Verona. E’ una gara di tiro a segno con fucili ex ordinanza con carica ridotta e con il bersaglio alla distanza di 50 metri, gara adatta a chiunque, purché maggiorenne, perché si spara da seduti con la parte anteriore del fucile in appoggio su un supporto. Per premiare il più possibile sono state stilate tre classifiche: A; per tiratori esperti e che nelle precedenti edizioni hanno ottenuto ottimi risultati, categoria B; per buoni tiratori ma che non si sono classificati tra i primi nelle altre edizioni e categoria C; per quanti è stata la prima volta che hanno sparato. Alle premiazioni, che vorremmo ardentemente fossimo molto più numerosi, visto anche l’importanza dei premi e da questa edizione anche con tre premi ad estrazione tra tutti i concorrenti, era presente il delegato del Gruppo Sportivo A.N.A. Verona Giampietro Ciocchetta che ha portato ai presenti il saluto del presidente della Sezione A.N.A. Verona Luciano Bertagnoli e quello del consigliere delegato allo sport Marco Rambaldel, ha poi incitato gli alpini a partecipare numerosi a ogni manifestazione sportiva  perché è il migliore dei modi per avvicinare i giovani al mondo dell’A.N.A. Il presidente Riccardo Sartor ha rivolto poche ma significative parole a ricordare la figura del capitano Manuel  Fiorito. Ed ecco le classifiche: categoria A – 1° Gabriele Morando Caprino, 2° Andrea Bellini Caprino, 3° Mirco Schiavon Verona, tutti a pari punti (97) ma a decidere la classifica sono state le mouche (il centro del 10). Nella categoria B – 1° Andrea Castellani Verona con punti 100 seguito al secondo posto dal fratello Enzo con due punti in meno e buon 3° Stefano Cauduro di Vicenza con punti 97.  Categoria C; 1° Cristian Perfranceschi, 2° Paolo Consolini, 3° Kenny Consolini. Da queste categorie vengono premiati con il “Trofeo Manuel Fiorito” gli alpini primi classificati delle categorie A e B che per questa quarta edizione se lo sono aggiudicati in cat. A - Andrea Bellini di Tregnago e in cat. B – Andrea Castellani di S. G. Lupatoto. Grazie a quanti hanno partecipato e a rivederci ancora più numerosi il prossimo anno.

Dopo cento anni, qualcuno può portare un fiore sulle loro tombe. I parenti non sapevano dove fossero sepolti i bisnonni e i prozii caduti sul fronte della Grande Guerra nel 1917 tra cima Neutra e monte Cimone, sulle alture vicentine sopra il Comune di Arsiero. Ma una ricerca incrociata, tra i recuperanti del posto e il centro studi Ana di Verona ha permesso di ricostruire le loro storie e di portare sulle tombe di quei giovani i parenti di oggi. È accaduto alcuni giorni fa, al cimitero di cima Neutra. Un ex cimiterino di guerra inghiottito dalla natura che ha fatto il suo corso riparando le ferite della terra martoriata dalle deflagrazioni di quell’immane conflitto. Una sessantina di volontari hanno cercato quel luogo sepolto e scomparso nella vegetazione, lo hanno riportato alla luce, hanno ripristinato le croci che indicavano i luoghi di sepoltura dei soldati che al termine del conflitto furono traslati nel cimitero di Arsiero. Seicento ore di lavori condotti da Manuel Grotto, e l’ex cimitero è riemerso. E durante quella fatica è spuntato un cippo. Portava i dati di un soldato veronese del Sesto Alpini. I recuperanti hanno avvisato il centro studi Ana di Verona, di via del Pontiere, coordinato da Giorgio Sartori, che elaborando il lavoro di ricerca in questi anni condotto da Lucia Zampieri, lo storico Dario Graziani e Luciano Stocco, ha avvisato gli «archeologi» della Grande Guerra che gli Alpini del Sesto lassù erano 16, di cui 9 veronesi. I recuperanti hanno scavato ancora, riportando alla luce altri due cippi, riaprendo così la storia di Marino Zoppi, Pietro Speri e Agostino Bennati. Tra le pietre tombali c’era anche un cippo dedicato al 6° reggimento Alpini. Il ruolo del centro studi è stato determinante non solo nel ricostruire gli ultimi istanti di vita di quei soldati, ma anche per ritrovarne i parenti oggi, che avevano cercato invano i loro cari, girando di sacrario in sacrario, e che, con i recuperanti vicentini e gli alpini veronesi, sono saliti a cima Neutra dove, in una accorata cerimonia, hanno potuto ricordare i loro cari e poi raggiungerne le tombe: Zoppi e Bennati ad Arsiero ne hanno una individuale, probabilmente perché fu trovata la targhetta di riconoscimento. Gli altri sono sepolti nel sacrario collettivo. I tre sono appunto Agostino Bennati, del battaglione Val d’Adige e di Cazzano di Tramigna, alpino telefonista del quale oggi un pronipote porta il nome; il sergente Marino Zoppi, medaglia d’argento al valore militare, del battaglione Val d’Adige, nato a Monteforte d’Alpone, e di pari corpo e grado, di Pietro Speri, nativo di Negrar. Furono tre delle 150 vittime delle audaci azioni intraprese fra l’estate del 1916 e 1917 per respingere, dalle alture vicentine, l’offensiva austriaca e per riprendere monte Cimone. Lassù furono sepolti con altri sei veronesi. I sergenti Zoppi e Speri muoiono insieme il 30 giugno 1917 a località Redentore sul monte Cimone, entrambi medaglia d’argento al valor militare perché - addetti alla sezione mitragliatrice – per meglio colpire un riflettore nemico, si offrono volontari per trasportare l’arma in un luogo battuto dall’artiglieria nemica. Bennati, già ferito nel 1915 a malga Zures (altro luogo simbolo per gli alpini del Sesto), muore in località Cismon, sulle alture vicentine, il 3 agosto 1917. Ma lassù resta anche Battista Zanolli (nato nel 1893) di Bussolengo che cade a quota 1036 del Cimone vittima dello scoppio di una spoletta sotto un’intensa pioggia di artiglieria il 4 giugno 1917; cinque giorni dopo, mentre trasporta il rancio della mattina, lungo un camminamento che da cima Neutra porta al posto avanzato della sua compagnia, Ettore Marzari (1882) di Garda è ferito da un colpo di fucile e muore all’ospedaletto 09. Francesco Righetti (1891) di Marano, il 26 giugno 1917, chiude gli occhi nell’ospedale da campo 08 per le ferite riportate in combattimento. La vita di Giacomo Maccagnan(1897) di Bosco Chiesanuova è recisa dallo scoppio di alcune bombarde a Cason Brusà il 20 luglio dello stesso anno. Quattro giorni dopo cade Matteo Baltieri (1887) di Badia Calavena, a quota1056. Il 26 luglio, infine, lo raggiunge Domenico Bertaiola (1893) di Valeggio che spira all’ospedale da campo Sant’Orso ferito in assalto. Ora si può portare loro un fiore, negato dal tempo e recuperato grazie ai cinque anni di commemorazioni della Grande guerra e alla generosità di volontari che hanno restituito un posto nella storia alle loro storie.

Pagina 3 di 6

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini