Il nucleo cinofili

‘’Veicoli a passo d’uomo e di cane’’, questo è ciò che è scritto su un simpatico cartello metallico all’inizio del sentiero che porta al forte Azzano, di origine austriaca, sede, tra l’altro, del Nucleo Cinofilo da soccorso A.N.A. sezione di Verona, che accoglie visitatori e protagonisti di questo gruppo fondato ben 30 anni fa.

L’idea di addestrare cani per la ricerca di dispersi sotto le macerie nasce nel 1976, dopo il terremoto del Friuli. Qualche anno dopo, alcuni volontari, iniziano a preparare le prime unità cinofile da soccorso e il 1° maggio del 1986, merito della passione  e dell’ impegno del coordinatore veronese Sergio Zecchinelli, vengono costituiti i primi nuclei cinofili nazionali delle sezioni  A.N.A. di Verona, Brescia, Bergamo e Torino, al rifugio alpino Merlini sul Monte Baldo.

Attualmente il nucleo è costituito da una ventina di volontari, con un impegno pressochè giornaliero e di continuo allenamento. Esiste per ogni volontario, una ‘molla’, un perché diverso si sia accostato a questo mondo straordinario ed affascinante: chi proviene da esperienze precedenti di salvataggio, chi inizia per curiosità, chi da bambina ammirava l’obbedienza del cane del nonno, chi voleva  migliorare l’interazione e il feeling col proprio cane, chi ha iniziato per scherzo o chi, dopo la pensione, per sentirsi ancora utile.  Fondamentale è il rapporto col proprio cane, imparare ad essere un tutt’uno, diventare un’ unità a ‘sei zampe’,  con una fiducia incondizionata uno dell’altro, conoscendo reciprocamente ogni virgola, l’uomo che diventa ‘’mente’’ e il cane ‘’strumento’’ con il suo fiuto incredibile, significa mettersi in gioco e avere una continua formazione. Necessario anche  il sostegno delle famiglie che condividono e sopportano l’assenza per i continui impegni che l’essere volontario in questa unità speciale richiede.

Far parte del nucleo cinofilo di ricerca in superficie, richiede anche la disponibilità in qualsiasi momento per qualsiasi evenienza, dalla ricerca di persone scomparse a livello provinciale o ai dispersi durante calamità come terremoti, ad esempio  Amatrice, l’Aquila o anche missioni estere come in Iran, a Bam.

Per poter entrare a far parte del nucleo cinofilo è indispensabile frequentare un ‘corso base cuccioli’ ( due volte all’anno, 15 lezioni cadauna, in autunno e primavera) dall’età di tre mesi del cucciolo, dove, alla fine del corso, verranno valutate da istruttori qualificati, le capacità sia del cane che del conduttore per poi proseguire con un corso avanzato e riuscire ad affrontare nel migliore dei modi tutti gli esami di qualifica sia Enci, a livello nazionale di obbedienza,  destrezza e ricerca, che per il coordinamento Veneto.

L’operatività di un cane dura all’incirca fino al suo decimo anno in buona salute, dopo il quale viene messo a riposo per rispetto dell’animale stesso, una meritata pensione.

Far parte del nucleo non è circoscritto solo alla ricerca di dispersi, ma significa anche diventare gruppo, sapersi aiutare, sostenere, incoraggiare tra membri, respirare spirito di condivisione e collaborazione.

Da ultimo, eccellente dimostrazione del nostro nucleo durante il 145° anniversario delle truppe alpine svoltosi in piazza Bra a fine ottobre con esercizi di palestra e ritrovo di figuranti nascosti con abbaio, grandissima attrattiva per grandi e piccini.

Per chi desiderasse ulteriori informazioni o intendesse avvicinarsi al mondo cinofilo, sia con il proprio cane o per fornire supporto, si può contattare con messaggio sia la pagina facebook ‘’ Cinofili Ana Verona’’ che via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consultare il sito www.canidasoccorso.it

Lucia Zampieri

(fonte: www.ana.it ) “Esercitazioni come questa della Valborbera sono esperienze da ripetere, il più frequentemente possibile!”. Questa l’opinione condivisa dal Vice Coordinatore Nazionale delle Unità Cinofile di Soccorso della Protezione Civile dell’ANA Clemente Violino, e dal responsabile UCS del 1° raggruppamento Daniele Banchieri, e di tutti i quasi 60 partecipanti che si sono avvicendati, nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 in Valborbera, tra le montagne dell’Alessandrino, per l’esercitazione delle UCS del 1° Raggruppamento.

Entusiasmo e soddisfazione espressi in modo generale dai volontari impegnati nella due giorni, giunti dai nuclei cinofili della Protezione Civile delle Sezioni ANA di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, che hanno potuto sperimentare le condizioni meteorologiche più disparate, dalla pioggia battente del sabato fino al limpido sole e alle rigide temperature quasi invernali della domenica.

“Un momento di formazione e di scambio di esperienze tra i vari operatori e gli istruttori davvero prezioso ed irrinunciabile – ha proseguito Clemente Violino – una occasione per lavorare davvero tutti insieme, tra unità provenienti dai vari territori, tra operativi e aspiranti tali”.

“Speriamo davvero di farne altre, magari ogni mese, anche se la cosa, davvero, al momento pare difficile – ha concluso – ma chissà, almeno ogni due o tre mesi, magari sfruttando le case dell’ANA presenti sul territorio nei momenti in cui queste sono libere da altri impegni, per crescere e migliorare sempre di più. Perché è in questo modo che si cresce davvero!”.

http://www.ana.it/…/unit-cinofile-di-soccorso-valborbera-da…

Nei giorni 23-24 settembre si è tenuto tra i boschi di Fondo dei Parpari, per le prove di ricerca, ed il campo sportivo di Velo Veronese, per le prove di obbedienza e destrezza, il 2° Campionato ANA, per UCS da soccorso, ricerca dispersi in superficie.

Tante le aspettative delle 11 squadre nazionali ANA partecipanti, divise in 2 gruppi: Giovani Promesse ed Unità Operative. La gara amatoriale, ha avuto lo scopo di confrontarsi e di misurarsi in una disciplina  di lavoro che  non è finalizzata all’agonismo sportivo, bensì al miglioramento delle tecniche per un miglior connubio dell’Unità Cinofila da Soccorso.

Con una impeccabile organizzazione, grazie all’aiuto prezioso dei tanti volontari ANA che hanno dato il loro contributo assumendo ruoli diversi, le varie fasi del campionato si sono succedute nel migliore dei modi, a parte un tempo avverso nella mattina di domenica 24. I risultati hanno visto sul podio per le Giovani promesse, due UCS di Belluno, ed al 3° posto Eros Signoretto della nostra squadra di Verona.

Per gli operativi sul podio al primo posto Rosella Sironi della sez. ANA di Lecco, al secondo il ns Attilio Moserle ed al terzo il ns caposquadra, Enea Della Valentina. Per i trofei a squadre, Verona si è imposta totalizzando il punteggio più alto e vincendo così entrambi i trofei delle due categorie. Grande soddisfazione per le UCS e le squadre vincenti, un po di rammarico e qualche delusione per chi non ha raggiunto le aspettative. Per tutti la consapevolezza di continuare a lavorare con ns cani cercando di migliorarci ed affinare quelle tecniche, che il lavoro di ricerca nel soccorso, oggi richiede.

Preziose le critiche, le valutazioni, ed i suggerimenti dei giudici Enci, Silvestro Terzi per le prove di obbedienza, Erika Bonzanni e Stefano Vergari per prove di ricerca in superficie, coadiuvati dagli ottimi direttori di campo Clemente Violino, Fabrizio Malcovati, Tommaso Maschio e Miriam Secchiati.

Un ringraziamento dovuto al ns coordinatore nazionale Giovanni Martinelli, ideatore del campionato ANA e guida instancabile per tutti noi.

Un grazie alla sez. ANA di Verona, al presidente Luciano Bertagnoli ed al Coord. Luciano Brandiele per l’appoggio e l’aiuto materiale dato.

Un ringraziamento alle amministrazioni comunali di Velo Veronese e di Rovere’ Veronese  per la disponibilità e l’accoglienza ricevuta.

Ringraziamo la società di calcio Asd Lessinia per la concessione del campo sportivo, per le prove di obbedienza e destrezza, e l’istituto Don Calabria per averci concesso l’uso della Casa del Buon Fanciullo a Camposilvano.

Un doveroso ringraziamento agli sponsor, che con il loro contributo hanno permesso la riuscita di questa manifestazione, Vittoria Assicurazioni di Sebastiano Sartori , Caffe Carma di F.Paganello, Trainer Nova Food, Camon, Italpet, Jack the Dog di Matteo Romanò, Ferro Sport, At-Os Inox di Massimo Lorenzini, Km Sport di Finetto Alessio, Bevande Quargentan spa, Moro Avellino carpenteria, Pastificio Giovanni Rana, Cons. San Zeno di Alessandro Bona, Creazioni Katia Guerra, EDF serramenti di Diego dal Forno, IIE Italia impianti elettrici di R. Perrone, Cartotecnica San Michele Snc, Tipografia Roma di A. Moserle.

Un grazie ai Figuranti, il cui lavoro è prezioso ed insostituibile, un grazie alle  ns famiglie, che condividendo e  sopportando  la nostra assenza e i nostri continui impegni, ci permettono di svolgere questa preziosa attività. Un ringraziamento a tutti i volontari, che con il loro lavoro hanno contribuito la buona riuscita della manifestazione.

Infine un ringraziamento particolare ai volontari che si sono messi in gioco partecipando con spirito alpino a questa competizione sociale, per accrescere le proprie competenze.

Un grazie speciale ai nostri amici a 4 zampe, che condividono con noi questa passione, dando tutto il possibile in cambio di una carezza, un pugno di crocchette o una pallina…

( fonte: L'Arena ) Operazioni di recupero e salvataggio di persone in acqua diventate spettacolo, perché simulate. Sabato pomeriggio lo specchio d’acqua antistante il porto di località Bergamini, a Peschiera, è stato scenario di una dimostrazione delle sezioni veronesi del Gruppo cinofili salvamento dell’Associazione nazionale alpini (Ana) e della Società nazionale di Salvamento (Sns), da anni impegnate nei mesi estivi nel controllo della costa arilicense. La dimostrazione è stata suddivisa in più esercitazioni.

Le due iniziali sono state curate dai volontari della Sns: la prima su una moto d’acqua, raggiungendo e recuperando un figurante che simulava l’annegamento; la seconda impiegando il gommone attrezzato con strumenti per assistere persone traumatizzate, tra cui barella spinale su cui il figurante è stato steso, caricato sul mezzo e trasportato in spiaggia dove l’intervento è proseguito con le manovre rianimatorie. Sono poi entrati in scena i nuclei cinofili Ana, formati da bagnini e cani soccorritori e dai loro conduttori. I primi a dare prova della loro abilità sono stati Eolo e Zoe, un Labrador e un Golden Retriever accompagnati da Fabio Lussignoli e Federica De Luca: si sono buttati dal gommone compiendo un duplice salvataggio. Quindi è toccato a Ego, Labrador nero condotto da Giorgio Guicciardi, che ha recuperato una persona partendo dalla riva. L’ultima simulazione è stata operata da entrambe le realtà di soccorso acquatico.

«Abbiamo messo in pratica la collaborazione instaurata tra i nostri due gruppi, che hanno le stesse finalità di soccorso acquatico», commenta Nicola Soliman, coordinatore generale della Sns veronese, e sottolinea: «Peschiera è l’unico paese lacustre a vantare due associazioni di soccorso acquatico».

Tra gli spettatori la sindaca Maria Orietta Gaiulli e gli assessori Elisa Ciminelli e Mattia Amicabile e una ventina di ragazzi e ragazze con disabilità del Gruppo Shalom onlus di Vimercate (Mi), che da diversi anni d’estate raggiungono il Garda ospitati dal campeggio San Benedetto Vecchio Mulino. «La manifestazione è stata pensata soprattutto per loro, che alla fine hanno potuto godersi un bagno con i nostri cani e provare i mezzi di salvataggio», spiega il responsabile del Gruppo cinofili Umberto Ferrari.

In luglio e agosto, sabato dalle 14 alle 18 e domenica dalle 10 alle 18 compreso Ferragosto, il Gruppo cinofili Ana e la Società nazionale di Salvamento garantiranno il servizio Lago sicuro: il primo coprendo le coste da località Fornaci a località Bergamini, la seconda arrivando al lido Campanello, Castelnuovo. Katia Ferraro

Si è svolto con grande soddisfazione da parte del nostro Nucleo Cinofilo da Soccorso ANA sezione di Verona nei giorni 4, 5 e 6 Novembre, il 1° Campionato Unità Cinofile da soccorso ANA. Presenti con una forte rappresentativa: Enea con Trilli in classe opertivi , In classe giovani promesse Enea con Maverick, Marco con Wendy Tommaso con Mabi, Paolo con Chloe' , Enrico con Artu' , Azaria con Adamo , Attilio con Elly, Eros con Marylin, Andrea con Diana, Mirko con Argo, Felix con Ade e con gli Istruttori Andrea , Fiorenzo , Miriam, Carlo, Marco e Beatrice. Hanno dimostrato un elevato livello di professionalità e di preparazione tecnica, classificando il nostro Nucleo Cinofili al 1° posto della graduatoria generale, davanti alle Unità Cinofile di Treviso e Bergamo. Podio per Enea con Maverick (1° posto) e Attilio con Elly (3° posto) http://www.canidasoccorso.it/

Enea con Maverick ( 1° posto)

Marco con Wendy ( 21° posto)

Tommaso con Mabi ( 22° posto)

Giampaolo con Chloe' ( 10° posto)

Enrico con Artu' ( 26° posto)

Azaria con Adamo  ( 16° posto)

Attilio con Elly ( 3° posto)

Eros con Marylin ( 5° posto)

Andrea con Diana ( 29° posto)

Mirko con Argo ( 7° posto)

Felix con Ade ( 27° posto)

 

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini