I droni della squadra volo arruolati ai mondiali di cortina

La squadra Volo della Protezione Civile dell'A.N.A. Verona è stata arruolata a Cortina nell'ambito dei mondiali 2021. I volontari specializzati sono chiamati a sorvegliare le piste delle gare durante le ore notturne con l’ausilio dei droni che ogni ora, dalle 22 alle 5 del mattino, effettueranno dei voli di controllo. Obiettivo del presidio, tutelare le piste non solo da eventuali atti di vandalismo ma anche dall’incursione di animali che potrebbero danneggiarle mettendo a rischio le sfide del giorno seguente.

I volontari della squadra Volo – a gruppi di 3: pilota, osservatore e assistente – entreranno in servizio domenica e rimarranno sulle piste delle Dolomiti durante la prossima settimana. Il drone che sarà utilizzato per le ricognizioni notturne sopra il comprensorio è un Mavik Pro Enterprice con camera per la visione al buio e termocamera, in grado quindi di captare la presenza di persone e animali anche in situazioni di scarsissima visibilità. L’autonomia di volo del drone è di 25 minuti, la squadra alternerà quattro batterie per far fronte a tutte le missioni richieste.

Nata a Verona nel 2007, prima a livello nazionale, dal 2014 la squadra Volo della Protezione Civile dell’ANA Verona che conta una decina di volontari tra cui anche piloti di aerei e ultraleggeri, si è arricchita degli apparecchi a pilotaggio remoto ovvero i droni utilizzati in vari ambiti. “Nelle zone di emergenza, come alluvioni o crolli, il drone mostra dall’alto la situazione in tempo reale in modo da fornire tutti gli elementi per capire come e con che mezzi intervenire. I droni sono molto utili anche negli smottamenti per effettuare un’operazione di monitoraggio sull’evolversi della situazione. Impostando il piano di volo, la macchina effettua sempre lo stesso giro e gli stessi rilevamenti: dal confronto dei dati, comprendiamo se e come si muove la frana. E ancora, nella ricerca di dispersi”, elenca il caposquadra Tiziano Castegini. L’ultima missione, in ordine di tempo, della squadra Volo con i droni è stata, dall’11 gennaio, tra Garda e Costermano per le frane che si sono verificate nella Valle dei Molini.

Il gruppo in partenza per Cortina, già sottoposto al tampone per il Covid come previsto dal protocollo dei mondiali, è stato salutato questa mattina nella sede delle Penne Nere in via del Pontiere dal presidente dell’ANA Verona Luciano Bertagnoli, dall’assessore alla Protezione Civile del Comune Marco Padovani e da Filippo Carlucci, coordinatore della Protezione Civile dell’ANA Verona. “Questa squadra, che fa parte della Consulta della Protezione Civile, rende orgogliosa una città intera”, è intervenuto Padovani.

“Siamo così saturi di brutte notizie che è fondamentale dare risalto a ciò che di buono c’è. Ed essere chiamati a contribuire alla buona riuscita di un evento sportivo importante come i mondiali di Cortina, sicuramente lo è: ci riempie di orgoglio”, ha commentato Bertagnoli ricordando che domani le Penne Nere veronesi saranno impegnate tutto il giorno per la raccolta di farmaci organizzata dal Banco Farmaceutico. “Su 150 farmacie che a livello provinciale hanno aderito all’iniziativa, gli alpini ne presidieranno 130”, ricorda Bertagnoli.

Condividi Articolo

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini