Gruppo alpini “Cristo Risorto” Bussolengo organizza il 23° campionato sezionale di carabina e pistola ad aria compressa

poligono di verona 24 - 25 novembre 2018

Trofeo “Gruppo Alpini Cristo Risorto” con cadenza triennale, anche non consecutiva, al gruppo primo classificato

Il gruppo Alpini “Cristo Risorto” con la collaborazione della Sezione di Tiro a Segno di Verona, sotto l'egida del G.S.A. di Verona, organizza il 23° campionato provinciale indoor, di carabina e pistola ad aria compressa, presso il poligono di Verona, per i giorni:

- Sabato 24 novembre – dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00

- Domenica 25 novembre - dalle ore 9.00 – al termine premiazioni

con il seguente programma:

PARTECIPAZIONE: possono partecipare i soci ANA. (Alpini e Amici degli Alpini) in regola con il tesseramento per il 2018, ed iscritti al Tiro a Segno Nazionale; a titolo promozionale - come nelle precedenti edizioni - sono ammesse anche le signore, i ragazzi/e dai 12 ai 16 anni e bambini/e dai 10 ai 12 anni.

QUOTE: € 9,00 per ogni prova, per i soci ANA., € 5,00 per signore, ragazzi e bambini.

ISCRIZIONI: per una miglior organizzazione, si prega di voler comunicare il numero dei partecipanti ai seguenti numeri: 0457151102 (Zanotti) e 3393397888 (Zamboni) entro venerdì 23 novembre 2018. E' ammessa la partecipazione ad entrambe le gare (carabina e pistola).

ARMI E MUNIZIONI: messe a disposizione dal poligono di Verona; potranno essere usate anche armi e munizioni personali purché regolamentari UITS.

BERSAGLI: regolamentari UITS per C10 e P10, 10 bersagli di gara + 1 di prova.

COLPI: 20 di gara + 5 di prova.

TEMPO: 20 minuti complessivi.

POSIZIONE: regolamentare in piedi (senza giacca), i bambini (dai 10 ai 12 anni) spareranno utilizzando gli appositi appoggi messi a disposizione dal Poligono.

CATEGORIE: 1ª e 2ª soci ANA carabina, 1ª e 2ª soci ANA pistola. In queste categorie ci saranno le categorie senior (oltre i 55 anni). Categoria unica per gli altri, distinta per partecipanti (bambini, ragazzi, signore) e specialità (carabina, pistola).

CLASSIFICHE: individuale per categoria e specialità, individuale signore, bambini e ragazzi solo per specialità; classifica gruppi: saranno considerati i tre migliori punteggi, nelle due specialità, anche se conseguiti dallo stesso tiratore, purché alpino.

PREMIAZIONI: si svolgeranno alla fine della gara; a tutti i partecipanti verrà dato un omaggio. Premi particolari ai primi tre classificati di ogni categoria e specialità. Coppa a tutti i gruppi partecipanti con almeno tre tiratori alpini, per ogni specialità (carabina e pistola).

            Per tutto quanto non espressamente indicato si farà riferimento al regolamento UITS vigente.

Il gruppo organizzatore e la Sezione di Tiro a segno di Verona declinano ogni responsabilità per ogni eventuale danno a persone o cose prima, durante o dopo la gara, e si riservano la facoltà di apportare al presente programma tutte le variazioni che si rendessero necessarie.

Vi aspettiamo numerosi.

PER SNELLIRE I TEMPI DELLE PREMIAZIONI, DOMENICA,  LE ISCRIZIONI SI ACCETTANO TASSATIVAMENTE FINO ALLE 10,45

            A tutti un cordiale saluto.

Bussolengo, 30 ottobre 2018

Il Capogruppo

      Gian Carlo Zamboni

IMPORTANTE:  GLI ALPINI SONO INVITATI A PRESENTARSI CON IL CAPPELLO ALPINO

Gara di tiro “Production”, Carabina Lr 22, 22/23 settembre, il “nuovo che avanza”.

“Il nuovo che avanza”, con questa semplice frase e dopo vi spiego perché, voglio iniziare la cronaca della due giorni di tiro di carabina Lr 22 “Production”, svolta presso il TSN di Verona, gara organizzata dal sottoscritto al pari di Claudio Provedelli e Aldo Perbellini, a nome e per conto del Gruppo Alpini di San Giovanni Lupatoto.

Oltre duecento prestazioni di tiro, sabato 22 e domenica 23 settembre us, hanno visto un susseguirsi continuo di atleti avvicendarsi sulle linee messe a disposizione del TSN cittadino, come gli altri anni atleti della nostra provincia ma anche da Trento, da Vicenza e da Lecco si sono “divertiti” in prestazioni che a volte erano una conferma della bravura del singolo partecipante ma a volte si sono dimostrate delle sorprese, a volte erano delle semplici prestazioni fini a se stesse, se non per la soddisfazione personale e molte altre volte erano finalizzate al raggiungimento del massimo punteggio possibile in quanto c’era in ballo il risultato di Gruppo, il dover/voler primeggiare in una gara con “sano” agonismo sportivo.

La competizione per il posto più alto del podio, su 20 Gruppi partecipanti, manco a dirlo ha visto lottare sino in fondo il Gruppo di Avesa e il Gruppo organizzatore e sul filo di lana, con uno scarto minimo di punti ha vinto San Giovanni Lupatoto, ponendo al terzo posto del podio, dopo appunto Avesa, il Gruppo Alpini di Badia Calavena e vedendo posizionarsi al quarto posto l’emergente Palù.

E qui entra il ballo il “nuovo che avanza”, è stato grazie alla capacità di un bravo e giovane Capo Gruppo, nonché Consigliere Sezionale, Demis Zamperlini, che sapendo stimolare nel modo giusto i giovani Alpini del suo paese e portandone un nutrito numero al TSN, che un Gruppo emergente, come il suo, si è meritato di aggiudicarsi il Trofeo offerto da Stefano Franchi e messo in palio da noi organizzatori per chi sarebbe stato in grado di portare sulle linee di tiro il maggior numero di Alpini; per dovere di cronaca Palù è giunto a pari merito di Avesa ma di concerto si è voluto premiarlo per rendere merito a loro giovani; i nomi dei partecipanti in ordine di alfabetico sono, Broggio Tommaso, Maestrello Aldo, Montagna Paolo, Poletto Oscar, Turrini Michele, bravi.

Al momento dei discorsi ha preso la parola Castellani Andrea, in rappresentanza del TSN ospitante plaudendo gli organizzatori per l’impegno profuso nell’organizzare una bella gara che ha attirato numerosi atleti e infine io che nella duplice veste di delegato allo sport Sezionale e portavoce degli organizzatori, ho voluto, riportare i saluti del responsabile allo sport e dei vertici dell’A.N.A. Sezionale , ringraziare i partecipanti, compiacermi nella bella riuscita della manifestazione, nonché sottolineare l’importanza che svolge lo sport nell’ambito aggregativo, l’importanza che ricopre come divulgazione dei sani principi e l’importanza che ha nel tenere alto l’interesse del mondo sportivo Alpino.

Qui sotto i primi cinque Gruppi classificati:

  • Primo Gruppo classificato San Giovanni Lupatoto con 553 punti;
  • Secondo Gruppo classificato Avesa con 550 punti;
  • Terzo Gruppo classificato Badia Calavena con 493 punti;
  • Quarto Gruppo classificato Palù con 492 punti;
  • Quinto Gruppo classificato Calmasino con 483 punti.

In calce i primi tre atleti classificati per le varie categorie:

  • Categoria Maestri:
  1. Castellani Enzo, 184/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  2. Zamboni Giorgio, 181/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  3. Castellani Andrea, 176/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto.
  • Categoria Alpini “1” classe:
  1. Scardoni Bruno, 188/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  2. Provedelli Claudio, 180/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  3. Bonetti Attilio, 180/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto.
  • Categoria Alpini “2” classe:
  1. Dal Forno Gabriele, 184/200, Gruppo Alpini Tregnago;
  2. Frapporti Gianluca, 176/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  3. Ferro Claudio, 168/200, Gruppo Alpini Q. Indipendenza.
  • Categoria Veterani:
  1. Pavan Lorenzo, 186/200, Gruppo Alpini Avesa;
  2. Brunelli Luciano, 182/200, Gruppo Alpini Avesa;
  3. Zonato Livio, 182/200, Gruppo Alpini Avesa.
  • Categoria Amici:
  1. Pippa Giobatta, 182/200, Gruppo Alpini Bardolino;
  2. Zenari Renato, 177/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  3. Bortoletto Luca, 177/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto.
  • Categoria Amiche/Allievi:
  1. Scardoni Franca, 172/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  2. Pasini Maria Teresa, 168/200, Gruppo Alpini Calmasino;
  3. Anzi Davide, 168/200, Gruppo Alpini Badia Calavena.
  • Categoria Open:
  1. Scardoni Bruno, 195/200, Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto;
  2. Bragagna Giorgio, 195/200, Sezione Alpini Trento;
  3. Trentini Renato, 192/200, Sezione Alpini Trento.

Ciocchetta Giampietro Gruppo Alpini San Giovanni Lupatoto

49° Campionato Nazionale tiro a segno Carabina Libera a terra -  35° Campionato Nazionale tiro a segno Pistola Standard

La Sezione ANA di Verona ha partecipato con entusiasmo ai campionati nazionali di tiro a segno organizzati, in questo settembre 2018, dalla Sezione ANA di Pisa-Lucca-Livorno presso il poligono di tiro di Lucca. La competizione è iniziata il sabato mattina, ma la manifestazione di apertura del campionato e la deposizione di una corona d’alloro a onore e ricordo dei nostri cauti si è tenuta nel bellissimo paese di Montecarlo, sede provvisoria della Sezione ANA locale, il sabato sera. Con una numerosa e composta sfilata abbiamo attraversato tutto il paese per fermarsi poi vicino al monumento ai caduti, fra tutti, il nostro vessillo era esibito con orgoglio da Claudio Provedelli e scortato da vicino da Enrico Corghi, delegato allo sport, assieme alla moglie Elena. Qui hanno preso la parola i vari dirigenti ANA tra cui il presidente della Sezione ospitante Domenico Bertolini il quale si è detto fiero e incredulo nell’ospitare una manifestazione così sentita e numerosa e il responsabile della commissione nazionale sport ANA, Renato Romano, che ha dato il via ufficiale al campionato 2018. Il poligono di Lucca è all’altezza della gara e per la prima volta, nella specialità di pistola standard, ci siamo cimentati con i bersagli elettronici; noi non eravamo abituati ad essere messi così in mostra con il pubblico, sembrava di essere in vetrina e il tuo colpo veniva visto e commentato da tutto il vasto pubblico presente. Questa, forse, è una scusa per giustificare i punteggi abbastanza bassi ottenuti da parte di tutti i concorrenti, basta pensare che il primo assoluto ha vinto con 280 punti, quando ai tempi d’oro del nostro Paolo Deguidi si vinceva con oltre 290 punti; ma forse la vera causa sta nella carta d’identità, dove si evidenzia che gli anni passano e purtroppo ci sono pochi giovani alpini che si dedicano a questa bella attività sportiva. Il nostro Franco Gaspari, classe 1932, rimane il nostro Faro di riferimento e da lui abbiamo molto da imparare, comunque, con la squadra composta da Paolo Deguidi, Roberto Tronconi e Tiziano Olivo ci siamo guadagnati il 4° posto mentre nella classifica per Sezioni Verona ha vinto il 1° posto su 21 classificate, sul podio individuale sono saliti Paolo Deguidi 5° class. Master, Tiziano Olivo 4° class. Gran Master e Antonio Zanella 4° class. Aggregati, rimane da sottolineare che a causa della prematura data di svolgimento (8-9 settembre) ci sono venuti a mancare 4/5 buoni tiratori perche erano ancora in ferie. Verona al 4° posto anche con la squadra di carabina libera composta da Andrea Ranzi, Bruno Scardoni e Valentino Spada, nella classifica individuale è salito sul podio Andrea Ranzi 3° classificato Master, mentre in classifica Aggregati Nicola Brunelli con 292 punti ha guadagnato il terzo posto del podio a pari punti dei primi classificati ma con meno mouche (il centro del dieci). Un lamento generale per quanto riguarda la gara di carabina dove si vorrebbe un po’ più di professionalità, ricordando che la gara è di carabina libera, non si può pensare di partecipare con “carabinette” tipo Olimpia Beretta o peggio, che vanno a scaricare i bossoli contro il concorrente che c’è a fianco e evitiamo ulteriori commenti al tema sperando che si torni ai tempi che fu, quando chi partecipava era veramente preparato, tecnicamente parlando. A margine del campionato, questa è a terza edizione che ci si confronta anche con carabine e pistole ad aria compressa, in attesa che nelle alte sfere ANA si decida di organizzare un campionato a loro dedicato anche invernale, quando tutte le altre specialità sono ferme, hanno partecipato anche alcuni nostri tiratori e con la carabina Luciano Brunelli è salito sul 3° gradino del podio seguito al 4° posto da Valentino Spada. Alla gara di pistola hanno partecipato con onore anche Enzo e Andrea Castellani, Mauro Milani, Livio Zonato, Luigi Andreozzi, Omero Bonato, Gianluca Cremon e Oscar Poletto. Con la carabina, oltre ai già citati, hanno preso parte alla gara anche Thomas Scardoni, Mario Magrinelli, Gabriele Vanzo, tra gli aggregati: Andrea Stegagnini e la nostra portafortuna Amalia Prisco. Luciano Brunelli       

Sabato 20 e Domenica 21 Ottobre 2018,  il Poligono di Tiro a Segno di Caprino Veronese in collaborazione con la Sezione ANA di Verona,  organizza la Settima Gara Ex-Ordinanza a 100 metri

La gara promozionale, che si terrà presso la struttura del Poligono di Caprino Veronese in via Tiro a Segno n. 1, Caprino Veronese (VR), avrà luogo sabato 20 dalle 9:00 alle 17:30 e domenica 21 ottobre 2018 dalle ore 9:00 fino alle 16:00. E’ prevista una pausa per il pranzo.

Regolamento Generale

Partecipanti: Possono partecipare tutti i tiratori iscritti ad una sezione di Tiro a Segno nel 2018 e gli iscritti

ANA in regola col tesseramento 2018. I partecipanti dovranno essere autosufficienti per eventuali

inceppamenti e controllo bersaglio. Saranno comunque messe a disposizione alcune ottiche dai TSN di

Caprino e dal Gruppo Alpini di Tregnago.

Iscrizioni: Presso il TSN di Caprino dalle ore 8:30 circa. Prima iscrizione 10 € e successivi rientri 8 €.

Armi e munizioni: A totale carico del tiratore. Sono ammesse le armi lunghe ex-ordinanza a mire metalliche

che siano state adottate massivamente da un esercito fino al 1955 in configurazione originale sia a ripetizione

manuale che semiautomatica. Sono previste 4 categorie: Alpini 1, Alpini 2, Aggregati 1, Aggregati 2. Chi ne

fosse sprovvisto potrà usufruire di fucili Mosin-Nagant messi a disposizione dal Tiro a Segno di Caprino. Su

questi è fatto obbligo l’uso di munizioni commerciali acquistate presso il TSN di Caprino. L’uso di

munizioni ricaricate, consentito solo su armi personali, è a completa responsabilità del tiratore. Il TSN di

Caprino è in grado di fornire, fino ad esaurimento scorte, cartucce commerciali dei seguenti calibri: 30-06,

308 Winch., 303Br, 6,5x55, 8x57, 7,62x39. Sono inoltre disponibili cartucce calibro 7,62x54R (quelle per i

Mosin-Nagant) a prezzo di favore. Si possono usare armi diverse tra gara e rientri.

Categorie: sono divise come di seguito riportato:

∂ Alpini 1: Alpini in armi o in congedo che nella scorsa manifestazione abbiano ottenuto almeno 85

punti su 100 o che si dimostrino tiratori provetti.

∂ Alpini 2: Come sopra ma neoiscritti alla gara o con meno di 85 punti nella scorsa manifestazione.

∂ Aggregati 1: Amici ANA e tesserati TSN che nella scorsa manifestazione abbiano ottenuto almeno 85

punti su 100 o che si dimostrino tiratori provetti.

∂ Aggregati 2: Come sopra ma neoiscritti alla gara o con meno di 85 punti nella scorsa manifestazione.

L’assegnazione alle categorie può essere modificato dall’organizzazione in corso gara al rilevamento di dati

che ne giustifichino lo spostamento.

Turno e postazione di gara NON potranno essere oggetto di discussione con l’organizzazione.

leggi allegati locandina con regolamento

Gara al piattello Trofeo Memorial Ugo Quattrina

Sabato 9 e Domenica 10 Giugno 2018 si è svolta presso il multicampo dei Bridi , un’oasi verde lungo l’argine dell’ Adige, sulla strada per Perzacco di Zevio, la 34° Edizione “ Memorial Ugo Quattrina” nonchè la 49° Edizione “ Alpini” di Tiro al Piattello.

L’ evento organizzato dal Gruppo Alpini di Bovolone ha visto sulle pedane di questo campo a dir poco d'eccellenza, 82 iscritti il che ha reso grandi soddisfazioni, sia per l’ottima riuscita della manifestazione, come pure per il numero dei partecipanti crescente di anno in anno, al Gruppo organizzatore; a margine i migliori risultati.

Non tutti conoscono e sanno, che il Tiro al Piattello è una disciplina Sportiva ultra sicura e che dalla sua nascita come attività Sportiva non si ricorda nessun tipo di incidente di sorta.

Carissimi Alpini e soci vi invito ad essere presenti il prossimo anno alla nostra 35° edizione condividendo con noi questa bellissima e sicura disciplina Sportiva e condividendo anche lo spirito di aggregazione e sportivo della nostra Associazione.

Un caro saluto Alpino

Fiore…

CLASSIFICHE DEI GRUPPI

  • I° Bovolone - 71 piattelli - 3 migliori punteggi;
  • II° Bussolengo - 67 piattelli;
  • III° Avesa - 62 piattelli;
  • IV° Villafranca - 59 piattelli;
  • V° Arcole - 58 piattelli;
  • VI° Ca' di David - 39 piattelli.

 

Il Trofeo Memorial Ugo Quattrina viene aggiudicato al Gruppo di Bovolone con 71 piattelli.

 

CLASSIFICHE DEI SINGOLI TIRATORI

Alpini categoria "A"

  • I° Pantano - Bovolone - 25 piattelli su 25;
  • II° Zenti - Avesa - 24 piattelli su 25;
  • III° Gobbo - Castel d'Azzano - 24 piattelli su 25.

 

Alpini categoria "B"

  • I° Turrini - Villafranca - 23 piattelli su 25;
  • II° Alberti - Bovolone - 21 piattelli su 25;
  • III° Lucerini - Bovolone - 20 piattelli su 25.

 

Simpatizzanti categoria "A"

  • I° Cerchier - Bovolone - 25 piattelli su 25 (pari merito);
  • II° Aquironi - Bovolone - 25 piattelli su 25 (pari merito);
  • III° Tavella - Vago di Lavagno - 25 piattelli su 25 (pari merito).

 

Simpatizzanti categoria "B"

  • I° Bellè - Ca' di David - 20 piattelli su 25;
  • II° Chiamenti - Bussolengo - 20 piattelli su 25;
  • III° Righetti - Ca' di David - 19 piattelli su 25.

Gara Production Carabina Lr22

Gara Production Carabina Lr22

Il gruppo Alpini di San Giovanni Lupatoto in collaborazione con il TSN di Verona, sotto l’egida del GSA della Sezione ANA di Verona organizza una gara promozionale aperta a tutti  "Gara Production Carabina Lr22"  Sabato 22 – Domenica 23 Settembre 2018 .

La partecipazione è aperta a tutti gli Alpini, in congedo e in armi, aggregati, amiche e allievi, purché, in regola con il tesseramento A.N.A. dell’anno in corso, la gara è estesa anche agli iscritti ai T.S.N di Verona e provincia; verranno premiati i migliori piazzamenti di ben sette categorie e i migliori tre risultati, Alpini, concorreranno ad aggiudicarsi la classifica finale. Al Gruppo A.N.A., che porterà sulle linee di tiro, il maggior numero di Alpini, con esclusione del Gruppo organizzatore, sarà assegnato un prestigioso Trofeo offerto dalla Ditta Franchi Stefano Premiazioni, di Verona. È obbligo, per gli Alpini, di presentarsi alla due giorni di gara e alle premiazioni, di domenica, con il cappello in testa.

Per qualsiasi informazione rivolgersi a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile GSA SGL Provedelli Claudio Tel. 045/9250848

Corresponsabile GSA SGL Perbellini Aldo Cel. 347.6014995

Segretario GSA SGL Ciocchetta Giampietro Cell. 347.9952532

 

4^ Edizione “Trofeo Memorial Capitano Alpino M.A.V.M. Manuel Fiorito”.

Domenica 27 maggio 2018 si è conclusa la quarta edizione del Trofeo dedicato al capitano degli alpini Manuel Fiorito perito in Afghanistan a causa di un attentato terroristico in cui perse la vita anche il maresciallo Luca Polsinelli. Il 5 maggio 2006 in un vile attentato ha perso la vita il nostro concittadino, noi del tiro a segno, ma in particolare il nostro presidente, generale alpino Riccardo Sartor, vogliamo mantenere in vita il suo ricordo organizzando, ormai da quattro anni, questo trofeo. Assieme a noi condividono questo evento la Sezione U.N.U.C.I. e la Sezione A.N.A. di Verona. E’ una gara di tiro a segno con fucili ex ordinanza con carica ridotta e con il bersaglio alla distanza di 50 metri, gara adatta a chiunque, purché maggiorenne, perché si spara da seduti con la parte anteriore del fucile in appoggio su un supporto. Per premiare il più possibile sono state stilate tre classifiche: A; per tiratori esperti e che nelle precedenti edizioni hanno ottenuto ottimi risultati, categoria B; per buoni tiratori ma che non si sono classificati tra i primi nelle altre edizioni e categoria C; per quanti è stata la prima volta che hanno sparato. Alle premiazioni, che vorremmo ardentemente fossimo molto più numerosi, visto anche l’importanza dei premi e da questa edizione anche con tre premi ad estrazione tra tutti i concorrenti, era presente il delegato del Gruppo Sportivo A.N.A. Verona Giampietro Ciocchetta che ha portato ai presenti il saluto del presidente della Sezione A.N.A. Verona Luciano Bertagnoli e quello del consigliere delegato allo sport Marco Rambaldel, ha poi incitato gli alpini a partecipare numerosi a ogni manifestazione sportiva  perché è il migliore dei modi per avvicinare i giovani al mondo dell’A.N.A. Il presidente Riccardo Sartor ha rivolto poche ma significative parole a ricordare la figura del capitano Manuel  Fiorito. Ed ecco le classifiche: categoria A – 1° Gabriele Morando Caprino, 2° Andrea Bellini Caprino, 3° Mirco Schiavon Verona, tutti a pari punti (97) ma a decidere la classifica sono state le mouche (il centro del 10). Nella categoria B – 1° Andrea Castellani Verona con punti 100 seguito al secondo posto dal fratello Enzo con due punti in meno e buon 3° Stefano Cauduro di Vicenza con punti 97.  Categoria C; 1° Cristian Perfranceschi, 2° Paolo Consolini, 3° Kenny Consolini. Da queste categorie vengono premiati con il “Trofeo Manuel Fiorito” gli alpini primi classificati delle categorie A e B che per questa quarta edizione se lo sono aggiudicati in cat. A - Andrea Bellini di Tregnago e in cat. B – Andrea Castellani di S. G. Lupatoto. Grazie a quanti hanno partecipato e a rivederci ancora più numerosi il prossimo anno.

1° trofeo batt. alpini Uork Amba

Gara di tiro a segno con fucili ex ordinanza a carica ridotta organizzata dal Gruppo Alpini di Avesa presso il poligono di Verona il 17 e 18 marzo 2018. Un doveroso grazie lo dobbiamo senza ombra di dubbio all’ing. GianEmilio Belloni che, appassionato di tiro a segno, ha voluto ricordare con questo “Trofeo” la figura di una delle più belle medaglie d’oro che brillano sul Vessillo, e a onore, della Sezione Alpini di Verona. Il riferimento è alla M.O. del S.Ten. Bruno Brusco che si guadagnò la perenne memoria nella battaglia di Cheren il 18 marzo 1941 in Eritrea. Un grazie di cuore lo dobbiamo a Lucia Aldegheri, tiratrice del gruppo ANA di Tregnago, che ci ha fatto incontrare la figlia di B. Brusco, Maria Grazia (Mimma).  Commovente è stato l’incontro tra l’ex presidente della nostra Sezione Attilio Bonetti, che ben conosceva la storia di questa tragica battaglia, con i parenti dell’eroe. Alle premiazioni, oltre che il presidente del TSN di Verona Gen. Alpino Riccardo Sartor, che con generosità ha messo a disposizione il poligono, abbiamo avuto il piacere di avere con noi la figlia di Bruno Brusco, signora Mimma; che ha avuto parole grate per quanto stiamo facendo per ricordare la figura del suo caro e compianto papà. All’ing. Belloni il compito di ricordare gli eventi che portarono a questa tragica conclusione, compito portato a termine con brillante e sicura parola. Ancora grazie all’ing. Belloni per avere offerto e messo in palio delle bellissime medaglie d’argento, riprodotte con calchi fedeli della medaglia originale d’epoca. Ha rappresentato la Sezione ANA di Verona il delegato allo sport Giampietro Ciocchetta che assieme al capogruppo di Avesa Albino Zampieri e Luciano Brunelli hanno dato vita alle premiazioni dei numerosi - 175 - concorrenti:

  • Categoria Alpini maestri - 1° Ferrais Renato Negrar, 2° Tecchio Giampaolo Sovizzo, 3° De Beni Adriano S. Ambrogio;
  • Categoria Alpini - 1° Zamboni Giorgio S. G. Lupatoto, 2° Garonzi Ezio Avesa, 3° Pavan Lorenzo Avesa;
  • Categoria Amici ANA - 1° Marcolongo Simone S.G. Lupatoto, 2° Mortari Alberto Bardolino, 3° Marchi Nadio S. G. Lupatoto;
  • Categoria Open – 1° Tecchio Giampaolo Sovizzo, 2° Schiavon Mirco Avesa, 3° Costermani Roberto S. G. Lupatoto.
  • Gruppi: – 1° S. G. Lupatoto, 2° Avesa, 3° S. Ambrogio, 4° Calmasino, 5° Marano, 6° Pescantina, 7° Padova, 8° Basson, 9° Sovizzo, 10° Golosine, 11° Parona, 12° Badia Calavena, 13° Peschiera, 14° Verona Centro, 15° Q. Indipendenza.

Un doveroso grazie a quanti hanno partecipato a questa gara e nel contempo ricordare e rendere omaggio ad un Eroe: M. O. V. M. - S. Ten. Bruno Brusco di Verona. Arrivederci alla prossima.

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini