2° edizione del trofeo - battaglione Alpini "UORK AMBA”

Presso il Poligono di Tiro a Segno della Sezione di Verona, domenica 17 marzo 2019, si è conclusa la gara di tiro a segno, organizzata dal Gruppo ANA di Avesa e voluta per ricordare la figura del S.Ten. degli Alpini Bruno Brusco, medaglia d’oro al valore conquistata nella battaglia di Cheren (Eritrea) il 18 marzo 1941. Il nipote, ing. Gian Emilio Belloni, ha voluto, così, riportare alla memoria la figura dell’eroico zio prematuramente scomparso. Questa gara sta di fatto conquistando fama ed è diventata almeno regionale, infatti sono oramai un bel po’ i tiratori che provengono dalle Sezioni ANA di Padova e del vicentino, e si sono particolarmente concentrati nella categoria Open, dove hanno la possibilità di sparare con fucili e colpi personali. Ricordo che a questa gara si spara in particolare con i fucili ex ordinanza Mosin Nagant 91 russi messi a disposizione dal TSN di Verona, ma nella categoria Open è possibile usare anche altri fucili, sempre ex ordinanza, purché con carica ridotta. Alle premiazioni era presente il presidente del TSN di Verona gen. alpino Riccardo Sartor che, oltre tutto, ha ribadito la totale disponibilità del Poligono agli Alpini e ci ha invitati a promuovere anche altre gare in specialità o soluzioni diverse come, ad esempio, la combinata pistola/carabina oppure anche una nuova specialità che vede assieme tiro con carabina e corsa a piedi, quindi, coraggio a quei Gruppi che hanno voglia di organizzare una simpatica manifestazione alpina presso il Poligono di Verona. Il Capogruppo di Avesa Albino Zampieri ha ringraziato i tiratori per aver reso possibile questa bella e numerosa gara e il Tiro a Segno per la sua disponibilità. A rappresentare la Sezione ANA di Verona ci ha pensato il delegato Giampietro
Ciocchetta che ha portato i saluti del Presidente della Sezione ANA di Verona Luciano Bertagnoli. Alla gara hanno partecipato 145 tiratori e nella categoria Open ci sono stati anche trenta rientri che portano a 175 le prestazioni di tiro. Da parte mia voglio vivamente ringraziare quanti hanno dato una preziosa mano all’organizzazione e svolgimento della gara, che per fortuna sono in molti, e su tutti (per non dimenticare nessuno) ringrazio Amalia Prisco, che commuove, per la sua enorme disponibilità.

Premiazioni; Alpini 1^ classe: 1° Recchia Luigi, 2° Forante Ezio, 3° De Guidi
Paolo tutti e tre di S. G. Lupatoto, 4° Brunelli Luciano Avesa, 5° Castellani Andrea SGL. Alpini 2^
classe: 1° Zecchinelli Alfonso Pescantina, 2° Brunelli Marco Chievo, 3° Nicolis Giuseppe Avesa, 4°
Calvi Piergiorgio Marano, 5° Fasoli Marco Basson. Amici ANA: 1° Furi Stefano Caprino, 2° Gherman
Alì Golosine, 3° Rigatelli Giorgio Golosine, 4° Bonetti Pietro Nogara, 5° Vanzo Enrico Avesa. Open:
1° Bellini Andrea Tregnago, 2° Rigo Giorgio Bassano del Grappa, 3° Peroni Adriano B. Venezia, 4°
Bovo Paolo Verona, 5° Tecchio Giampaolo Sovizzo. Gruppi: 1° San Giovanni Lupatoto, 2° Avesa, 3°
Badia Calavena, 4° Marano, 5° Pescantina, 6° Q. Indipendenza, 7° Bussolengo, 8° S. Pietro di
Legnago, 9° Palù, 10° Verona Centro, 11° Chievo, 12° Grezzana, 13° Brendola, 14° Calmasino, 15° B.
Milano e a seguire Tregnago, Vicenza, Negrar, Golosine, Basson, Sovizzo, Nogara, Parona, Caldiero,
Lubiara e Lugagnano. Brunelli Luciano

Condividi Articolo

Etichettato sotto

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini