Campionato Nazionale tiro a segno

49° Campionato Nazionale tiro a segno Carabina Libera a terra -  35° Campionato Nazionale tiro a segno Pistola Standard

La Sezione ANA di Verona ha partecipato con entusiasmo ai campionati nazionali di tiro a segno organizzati, in questo settembre 2018, dalla Sezione ANA di Pisa-Lucca-Livorno presso il poligono di tiro di Lucca. La competizione è iniziata il sabato mattina, ma la manifestazione di apertura del campionato e la deposizione di una corona d’alloro a onore e ricordo dei nostri cauti si è tenuta nel bellissimo paese di Montecarlo, sede provvisoria della Sezione ANA locale, il sabato sera. Con una numerosa e composta sfilata abbiamo attraversato tutto il paese per fermarsi poi vicino al monumento ai caduti, fra tutti, il nostro vessillo era esibito con orgoglio da Claudio Provedelli e scortato da vicino da Enrico Corghi, delegato allo sport, assieme alla moglie Elena. Qui hanno preso la parola i vari dirigenti ANA tra cui il presidente della Sezione ospitante Domenico Bertolini il quale si è detto fiero e incredulo nell’ospitare una manifestazione così sentita e numerosa e il responsabile della commissione nazionale sport ANA, Renato Romano, che ha dato il via ufficiale al campionato 2018. Il poligono di Lucca è all’altezza della gara e per la prima volta, nella specialità di pistola standard, ci siamo cimentati con i bersagli elettronici; noi non eravamo abituati ad essere messi così in mostra con il pubblico, sembrava di essere in vetrina e il tuo colpo veniva visto e commentato da tutto il vasto pubblico presente. Questa, forse, è una scusa per giustificare i punteggi abbastanza bassi ottenuti da parte di tutti i concorrenti, basta pensare che il primo assoluto ha vinto con 280 punti, quando ai tempi d’oro del nostro Paolo Deguidi si vinceva con oltre 290 punti; ma forse la vera causa sta nella carta d’identità, dove si evidenzia che gli anni passano e purtroppo ci sono pochi giovani alpini che si dedicano a questa bella attività sportiva. Il nostro Franco Gaspari, classe 1932, rimane il nostro Faro di riferimento e da lui abbiamo molto da imparare, comunque, con la squadra composta da Paolo Deguidi, Roberto Tronconi e Tiziano Olivo ci siamo guadagnati il 4° posto mentre nella classifica per Sezioni Verona ha vinto il 1° posto su 21 classificate, sul podio individuale sono saliti Paolo Deguidi 5° class. Master, Tiziano Olivo 4° class. Gran Master e Antonio Zanella 4° class. Aggregati, rimane da sottolineare che a causa della prematura data di svolgimento (8-9 settembre) ci sono venuti a mancare 4/5 buoni tiratori perche erano ancora in ferie. Verona al 4° posto anche con la squadra di carabina libera composta da Andrea Ranzi, Bruno Scardoni e Valentino Spada, nella classifica individuale è salito sul podio Andrea Ranzi 3° classificato Master, mentre in classifica Aggregati Nicola Brunelli con 292 punti ha guadagnato il terzo posto del podio a pari punti dei primi classificati ma con meno mouche (il centro del dieci). Un lamento generale per quanto riguarda la gara di carabina dove si vorrebbe un po’ più di professionalità, ricordando che la gara è di carabina libera, non si può pensare di partecipare con “carabinette” tipo Olimpia Beretta o peggio, che vanno a scaricare i bossoli contro il concorrente che c’è a fianco e evitiamo ulteriori commenti al tema sperando che si torni ai tempi che fu, quando chi partecipava era veramente preparato, tecnicamente parlando. A margine del campionato, questa è a terza edizione che ci si confronta anche con carabine e pistole ad aria compressa, in attesa che nelle alte sfere ANA si decida di organizzare un campionato a loro dedicato anche invernale, quando tutte le altre specialità sono ferme, hanno partecipato anche alcuni nostri tiratori e con la carabina Luciano Brunelli è salito sul 3° gradino del podio seguito al 4° posto da Valentino Spada. Alla gara di pistola hanno partecipato con onore anche Enzo e Andrea Castellani, Mauro Milani, Livio Zonato, Luigi Andreozzi, Omero Bonato, Gianluca Cremon e Oscar Poletto. Con la carabina, oltre ai già citati, hanno preso parte alla gara anche Thomas Scardoni, Mario Magrinelli, Gabriele Vanzo, tra gli aggregati: Andrea Stegagnini e la nostra portafortuna Amalia Prisco. Luciano Brunelli       

Condividi Articolo

Etichettato sotto

Sport

Pellegrinaggi

Solidarietà

Alpini